Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cesara Buonamici, il desiderio di farsi suora, le origini nobili e l'amore per il medico israeliano

  • a
  • a
  • a

 

Cesara Buonamici, nata a Fiesole, vicino Firenze, il 2 gennaio 1957 è una famosissima giornalista italiana in attività dagli anni settanta, periodo in cui ha esordito curando diverse rubriche giornalistiche per le reti Fininvest, divenendo poi uno dei volti simbolo del TG5, per il quale lavora fin dal lancio avvenuto nel 1992. Cesara ha origini più che nobili: è infatti nipote dell'aristocratico fiorentino Cesare Buonamici, ed è nata a Fiesole nella villa di famiglia (una proprietà con oliveto di 200 ettari), dove è stata cresciuta dalla tata, terziaria carmelitana. Che sia questo il motivo per cui, ha raccontato lei stessa, uno dei suoi primi desideri fu quello di farsi suora? Cesara è infatti molto religiosa anche se i suoi dubbi giovanili circa la vocazione si sono pian piano affievoliti lasciando spazio al desiderio per quella che è poi stata una brillante carriera giornalistica. 

 

In pochi sanno che, a livello di vita privata, Cesara Buonamici è sposata da oltre vent'anni con il medico israeliano Joshua Kalman, e la coppia non ha figli. I due, qualche tempo fa, sono anche stati vittima di una rapina proprio nella natìa Firenze, dove uomini a volto coperto hanno aperto le portiere della loro vettura ferma al semaforo e gli hanno intimato di consegnare ogni oggetto di valore. Nonostante viva a Roma da molti anni, Cesara ha sempre mantenuto forte il legame con la città dei Medici. “Tutto il tempo libero che ho dal telegiornale lo dedico alla nostra azienda di famiglia a Fiesole, vicino a Firenze. Mio fratello Cesare e io teniamo tantissimo alla nostra terra e ai suoi prodotti, a cominciare dall’olio”. Nella nativa Fiesole, Cesara è titolare assieme alla madre Rosa ed al fratello Cesare di una nota azienda agricola biologica che produce olio d'oliva. 

 

 

A livello professionale, invece, dopo aver portato al debutto insieme a Emilio Fede il notiziario di Italia 1 Studio Aperto, è stata tra i fondatori, assieme ad Enrico Mentana, Lamberto Sposini, Cristina Parodi e Clemente Mimun, del TG5, che conduce ancora fin dalla sua nascita, avvenuta il 13 gennaio 1992. Ha condottol'edizione delle 13:00 in coppia con Emilio Carelli fino al 2000. Il suo maggiore scoop è stato sicuramente in occasione del referendum del 18 aprile 1999 (quesito sull'abolizione della quota proporzionale nelle elezioni della Camera dei deputati), quando a tarda notte ha "imperiosamente" interrotto il suo direttore Enrico Mentana in studio, annunciando per prima il mancato raggiungimento del quorum, ormai dato per scontato. Successivamente viene promossa a condurre l'edizione principale delle 20:00. Oramai volto familiare del TG5, è divenuta vicedirettrice nell'estate del 2018