Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La pistola di Alec Baldwin era caricata con proiettili veri a sua insaputa. La polizia: "E' un uomo libero"

  • a
  • a
  • a

La pistola di scena conteneva proiettili veri ma Alec Baldwin non lo sapeva. Iniziano ad emergere nuovi elementi sul tragico incidente avvenuto durante le riprese del film western ’Rust’ a Santa Fe, negli Stati Uniti, che è costato la vita a Halyna Hutchins, 42enne direttrice della fotografia del film, mentre è rimasto ferito Joel Souza, il regista di 48 anni. A sparare è stato proprio Baldwin, attore e produttore del film, convinto che la pistola fosse caricata a salve come sempre avviene sui set. E invece non era così. Secondo gli atti del tribunale resi pubblici venerdì, Baldwin ha premuto il grilletto solo dopo che l’assistente alla regia Dave Halls gli ha consegnato l’arma garantendogli che era sicura da usare perché non conteneva munizioni vere. "Pistola fredda", avrebbe urlato Halls al famoso attore. I dettagli della sparatoria al ranch di Bonanza Creek Road sono stati inclusi in una richiesta di mandato di perquisizione presentata dall’ufficio dello sceriffo della contea di Santa Fe. Gli investigatori stanno cercando di esaminare il costume macchiato di sangue di Baldwin, così come l’arma che ha sparato, altre armi di scena e munizioni, e qualsiasi filmato che potrebbe esistere sull’accaduto.

 


La pistola era una delle tre che l’armiere del film, Hannah Gutierrez, 20enne che solo recentemente aveva ottenuto il suo primo incarico, aveva messo su un carrello fuori dall’edificio dove si stava recitando una scena. Halls avrebbe preso la pistola dal carrello e l’avrebbe portata a Baldwin che era ignaro che fosse carica di proiettili veri. Non è chiaro quanti colpi siano stati sparati. Sempre secondo gli atti, Gutierrez ha rimosso un bossolo dalla pistola dopo la sparatoria per consegnarlo alla polizia quando è arrivata. Il supervisore alla sceneggiatura del film, Mamie Mitchell, ha raccontato che era in piedi accanto a Hutchins quando le hanno sparato. "Sono corso fuori e ho chiamato il 911", ha detto Mitchell all’Associated Press. "Se n’è andata all’inizio della sua carriera. Era una donna straordinaria, rara, molto rara", ha aggiunto. Mitchell ha detto anche che lei e altri membri della troupe parteciperanno a un evento commemorativo privato venerdì sera a Santa Fe. 

 


Baldwin ha descritto l’omicidio come un "tragico incidente". "Non ci sono parole per esprimere il mio shock e la mia tristezza per il tragico incidente che ha tolto la vita a Halyna Hutchins, moglie, madre e nostra collega profondamente ammirata", ha scritto sui social dopo diverse ore, in cui chi lo ha visto lo ha descritto provato e in lacrime. "Sto collaborando pienamente con le indagini della polizia per capire come si sia verificata questa tragedia e sono in contatto con suo marito, offrendo il mio sostegno a lui e alla sua famiglia. Il mio cuore è a pezzi". Nei confronti dell’attore al momento non sono state presentate accuse e il portavoce dello sceriffo Juan Rios ha affermato che Baldwin è autorizzato a viaggiare. "È un uomo libero", ha dichiarato Rios.