Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spoleto, arrivano 82 milioni per la Tre Valli

  • a
  • a
  • a

C'è il via libera al progetto definitivo da 82,5 milioni di euro per realizzare altri 4,4 chilometri della strada statale Tre Valli, che ricadono interamente nel territorio comunale di Spoleto, precisamente tra Madonna di Baiano e Firenzuola.

 

 

Ad approvare la pesante pratica è stata la giunta regionale su proposta dell'assessore ai lavori pubblico Enrico Melasecche, che sul tavolo della presidente Donatella Tesei ha portato la raffica di pareri che si sono resi necessari per l'aggiornamento del progetto. “I fondi ci sono e il progetto è pronto” ha detto Melasecche, sostenendo che “l’avvio degli interventi veri e propri dovrebbe verosimilmente avvenire nella primavera del 2022, dopo che Anas avrà pubblicato e aggiudicato l’appalto”. Ma per cantare vittoria sul completamento della Tre Valli vanno trovati altre risorse, stimate tra 300 e 350 milioni di euro, per procedere alla realizzazione del tratto finale della statale, quello che da Firenzuola deve collegare con Acquasparta e quindi con la E45. “Stiamo lavorando al reperimento delle risorse necessarie – ha detto Melasecche – che potrebbero arrivare sia da fondi post sisma che ministeriali. Per il momento non mi sbilancio, ma siamo a buon punto”. A essere consapevole che c'è da correre per trovare le ingenti risorse mancanti per il completamento anche il neo sindaco Andrea Sisti: “Realizzare l'ultimo tratto è fondamentale, altrimenti così la Tre Valli per Spoleto non è altro che una bretella, e anche per questo ci confronteremo con la Regione, ma occorre battere ora il ferro caldo delle economie che si stanno generando in questa fase”. 

 

 

Nel tratto tra Baiano e Firenzuola sarà realizzata la galleria artificiale, denominata Romanella con uno sviluppo di 173 metri, con la strada che poi proseguirà in trincea e in rilevato fino alla seconda galleria artificiale, la Colle del Vento di 252,20 metri. Il tracciato prosegue lungo il “fondo valle entrando nella valle del Marroggia, scavalcando – si legge in delibera – l’omonimo torrente con il viadotto Marroggia 1, con una di 933,5 metri e successivamente, dopo mezzo chilometro di tratto in rilevato, prosegue con il viadotto “Molino vecchio” con uno sviluppo di circa 760 m, che arriva quasi all’attuale svincolo di San Giovanni di Baiano, dove termina il tratto”.