Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Valnerina ternana, tour operator di mezza Europa e degli Usa alla scoperta delle bellezze del territorio

Simona Maggi
  • a
  • a
  • a

Dall'Austria, dal Galles, dall'Inghilterra, dalla Germania, dalla Norvegia e dagli Stati Uniti alla scoperta delle bellezze dell'Umbria. Questi i Paesi da cui provenivano i tour operator che, nel fine settimana di metà ottobre 2021, hanno visitato alcune località del cuore verde d'Italia tra cui la Valnerina ternana ed in particolare l'abbazia di San Pietro in Valle a Ferentillo, Torre Orsina, Arrone e cascata delle Marmore.

 

Un progetto voluto, tra gli altri, da Sviluppumbria. Il gruppo dei tour operator in Valnerina è stato accompagnato da Maddalena D'Amico, dell'associazione guide turistiche dell'Umbria (Agtu). A fare gli onori di casa ad Arrone è stato il sindaco, Fabio Di Gioia, il vice, Giampaolo Grechi, e il consigliere comunale Giuseppe Fiocchi.

Il gruppo del tour operator è rimasto colpito dalle bellezze del borgo di Arrone, tra cui l’imponente torre civica, le chiese di San Giovanni Battista e Santa Maria Assunta. Quest'ultima si trova nella piazza del borgo ed è stata edificata tra il 1504 ed il 1510 dai maestri lombardi su ordine del Comune. All'interno le tre absidi contengono interessanti cicli di affreschi.

 

“Siamo stati davvero contenti di questa visita – spiega il primo cittadino, Fabio Di Gioia – che ci ha permesso di mostrare le bellezze che vengono custodite ad Arrone. La speranza è che questa visita effettuata da questi tour operator provenienti dall'Austria, dal Galles, dall'Inghilterra, dalla Germania, dalla Norvegia e dagli Stati Uniti possa servire per incentivare il turismo nel nostro borgo e in Valnerina”.

Si sa che la Valnerina offre molte opportunità per il turista in genere e in particolare per gli escursionisti, per chi ama gli sport outdoor, ma anche per i suoi borghi ricchi di storia. La scorsa settimana l'assessorato al turismo del Comune di Terni ha partecipato al Ttg di Rimini per promuovere gli sport all’aria aperta del comprensorio ternano, puntando sugli sport outdoor e sul turismo sportivo come catalizzatori degli altri turismi, culturale e gastronomico, avendo come attrattore principale la cascata delle Marmore.