Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Movida molesta in centro a Gubbio, allarme per la diffusione della droga sintetica

Euro Grilli
  • a
  • a
  • a

Malamovida: sos centro storico, ma l’allarme più grosso lunedì 18 ottobre, durante l’incontro a Gubbio a Palazzo Pretorio per trovare una soluzione ai comportamenti devianti, agli atti vandalici, alla maleducazione, ai disastri del sabato sera, l’ha lanciato la dottoressa Mariella Rosi del Sert. “In città sta circolando sempre in misura maggiore e preoccupante una nuova droga sintetica che produce effetti gravissimi sul cervello degli assuntori. Abbiamo inviato campioni di questa sostanza che dà forte dipendenza, anche a Pavia”.

 

 

La droga in oggetto è l’etilhexedrone che ha effetti paragonabili alla cocaina, ma sembra più devastanti e che costa molto poco. Alcuni grammi ne sono stati sequestrati dai carabinieri a un giovane pugliese qualche giorno fa. Gli interrogativi scattano di conseguenza: questa droga a basso prezzo potrebbe essere uno dei fattori scatenanti (non certo l’unico) per quanto concerne comportamenti assurdi che si ripetono ormai da inizio estate? Potrebbe avere un peso nei comportamenti assurdi della malamovida? Il discorso è molto più ampio e comporta altre implicazioni. Il sindaco Filippo Stirati ha richiamato tutti a una maggiore collaborazione: a iniziare dalle famiglie. “Serve un patto sociale - ha detto - se non c’è intesa comunque, se non c’è concertazione non si va lontano”.

 

 

Il tavolo di concertazione sulle problematiche del “cuore” della città, convocato per trovare soluzioni condivise, e al quale hanno partecipato il vescovo, le forze dell’ordine, l’asp e le associazioni è stato molto partecipato con numerosi interventi. Le strade, le piazze, i vicoli del centro specialmente durante il week end sono presi d’assalto da persone, anche provenienti da fuori comune, che si rendono protagonisti di schiamazzi fino all’alba e atti di vandalismo. E' stato anche sollevato il problema dei rifiuti del sabato sera che restano fino al lunedì mattina ed è stato chiesto al sindaco di attivarsi con Gesenu per trovare una soluzione. E' stata richiesta anche una maggiore presenza delle forze dell’ordine, più telecamere e c’è chi ha ventilato l’ipotesi di controlli autogestiti (ronde).