Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Movida in centro a Perugia, in via Mattioli segnalati più di 50 giovani che assumono droga il sabato notte

Esplora:

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

“In via Mattioli, zona Porta sole, nei week end e in particolare il sabato notte ci sono 50-60 persone che, alternandosi, si appartano per assumere stupefacenti. In particolare cocaina. Io sono un testimone oculare, abitando qui. Si mettono nel cono d’ombra dove non vengono ripresi dalla telecamera e si fanno di droga. Hanno cappelli e cappucci per evitare che qualche di essere ripresi in qualche fotogramma. Poi se ne vanno, ripartono in macchina, completamente alterati dallo stupefacente”. La denuncia arriva dall’avvocato Michele Gambini.

Osservatore privilegiato: abita lì. Sabato notte ha chiamato per ben due volte le forze dell’ordine. Ma dopo un primo intervento il via vai degli assuntori - e relativi pusher - è proseguito senza posa. Non è la prima volta che la movida molesta viene rilevata e segnalata in via Mattioli. L’installazione della telecamera di sicurezza richiesta dai residenti non sta risolvendo il problema. “Servirebbero più controlli, magari in borghese, visto che quanto gli agenti si presentano in divisa, ben riconoscibili, i ragazzi li notano da lontano e hanno tutto il tempo di scappare”, continua il residente. A conferma del fenomeno ci sono i filmati effettuati dai residenti con i cellulari: immagini che in parte sono presenti anche nelle registrazioni del sistema di videosorveglianza, anche se assuntori e pusher stanno bene attenti a non farsi riprendere anche nel percorso di arrivo nella via. Sabato notte sono stati segnalati anche cori di persone ubriache in via Bontempi.

“E come al solito al mattino c’erano bicchieri e bottiglie vuote a terra”. Problemi per la “malamovida” sono segnalati dal comitato Etruscamente . che conta i cittadini che abitano la parte alta del centro - anche in via Baldeschi e via Appia. Sembra migliorata invece negli ultimi due week end la situazione in via Bartolo e piazzetta Alfani, in precedenza epicentro dei rumori e de degrado notturni. Resta dappertutto il problema dell’urina a cielo aperto e delle “deiezioni” che lasciano ovunque i soggetti ubriachi che nei week end nottetempo si aggirano per l’acropoli.