Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Eurochocolate, a Umbriafiere attesi oltre 30mila visitatori. Presentato il programma dell'edizione dal 15 al 24 ottobre

Sabrina Busiri Vici 
  • a
  • a
  • a

Eurochocolate nell’anno del claimNe abbiamo piene le scatole” si fa in tre. Il cuore quest’anno, da venerdì 15 al 24 ottobre, sarà a Umbriafiere con l’inaugurazione prevista venerdì alle 11,30. Poi ci sarà una versione outdoor, o meglio Fuori salone, che coprirà di cioccolato Bastia Umbra con eventi collaterali e collegamenti continui con i padiglioni del centro fieristico in trenino elettrico e tour a piedi. Infine, è prevista una sezione a Perugia: con il palco del Distretto del cioccolato in piazza della Repubblica (“Siamo stati cacciati da piazza IV Novembre dalla Soprintendenza”, precisa il patron Eugenio Guarducci); lo stand della Regione Umbria e poi il Chocotour, ovvero percorsi nei luoghi simbolo del cioccolato in città organizzati a piedi e in bike. Infine Cioccolaterie aperte, ovvero una manifestazione nella manifestazione: “Sulla scia di quanto succede nelle cantine e nei molini, quindi per vino e olio - precisa Guarducci - faremo lo stesso: le pasticcerie apriranno i loro laboratori al pubblico”.

 


Durante la presentazione, a palazzo Donini, sono emersi anche numeri della manifestazione. Tutti extra large: 14 mila metri quadrati di esposizione “tutti riletti con scenografie per garantire suggestioni ed emozioni tali da non rimpiangere il centro storico di Perugia”, precisa il patron. Tre padiglioni ognuno con caratteristiche precise: Chocolate Experience, Chocolate Show e Funny Chocolate. Riconfermate tutte le aziende delle passate edizione. Già elaborata pure una prima ipotesi di prenotazioni online di 30 mila ingressi (“Prenotare attraverso il sito internet facilita l’ingresso”, sottolinea l’organizzazione). La cifra di 11 mila visitatori è la capienza prevista all’interno dei tre padiglioni. Oltre 200 gli operatori impegnati negli stand; calcolata una rotazione media di 3 ore a visitatore e allestiti 1,7 chilometri di transenne per gestire i flussi secondo le misure anti Covid che prevedono green pass, mascherina e sanificazione. Infine due spazi specifici sono riservati agli eventi live con grandi maestri della pasticceria, della ristorazione e del mondo dei social legato al settore food. Ad aprire il calendario degli special event saranno due nomi storici della pasticceria italiana e internazionale, Iginio Massari e Gino Fabbri, in programma sabato alle 15. L’elenco è lungo e i nomi speciali.
“Tra le tanti associazioni che ci chiedono di collaborare ogni anno - annuncia Guarducci - quest’anno ci teniamo a intraprendere un cammino comune con l’Associazione italiana persone down (Aipd)”. Venti giovani, della sezione di Perugia, sono stati convolti con mansioni sia di accoglienza nelle aree ludiche che di supporto all’interno del laboratorio di cioccolateria. “Qui parteciperanno alla nascita e produzione della nuova tavoletta Top+ - spiega Guarducci - il cui ricavato contribuirà a supportare i progetti della stessa Aipd”. E Fabrizia Lopilato di Aidp conferma: “Sarà una grande esperienza per tutti noi”.

 


Per la governatrice Donatella Tesei la scelta di Umbriafiere è un’opportunità che coniuga sicurezza e grandezza della manifestazione. “Eurochocolate così darà un ulteriore contributo alla ripresa del turismo del nostro territorio”, sono le parole di Tesei. Massiccia, dunque, la presenza istituzionale: oltre allo stand Regione in centro a Perugia, sono previsti stand di Sviluppumbria, dell’assessorato all’Agricoltura con riferimento alla filiera del cioccolato e uno spazio dedicato alla promozione turistica, Umbria tourism, che “proporrà format in linea con la nuova promozione turistica intrapresa”, sottolinea Tesei.  A fianco di Eugenio Guarducci ieri a palazzo Donini anche gli assessori di Perugia, Gabriele Giottoli, e di Bastia Umbra, Valeria Morettini, proprio a sottolineare la dislocazione che caratterizzerà quest’anno la manifestazione dopo lo stop 2020. “Sono sicuro - dice Guarducci - che riusciremo a riempire Umbriafiere, Perugia centro e tutta Bastia Umbra”. Per Morettini il ricaduto economico e sociale sulla città già sta dando i primi frutti: “Tutti si sono messi in moto”.  Il centro fieristico Umbriafiere assolverà, dunque, al compito di accompagnare l’evento in questo anno di transizione straordinario, in attesa, come detto, di un prossimo 2022 quando Eurochocolate tornerà a Perugia con una doppia edizione. La prima a marzo, a ridosso della Pasqua, è si intitolerà A passo d’uovo; mentre a ottobre si terrà la tradizionale dieci giorni di Eurochocolate. Per dirla alla Guarducci, un “Lascia & raddoppia”.