Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, Amici della musica: sedici concerti fino a dicembre

Sabrina Busiri Vici
  • a
  • a
  • a

L’offerta musicale non può prescindere dalla qualità. Il convincimento ha sempre guidato l’illuminata promozione della musica classica fatta negli anni da Franco Buitoni, fondatore degli Amici della musica di Perugia. L’inaugurazione della nuova stagione non poteva che essere dedicata a lui. La serata, sabato 9 ottobre al teatro Morlacchi, vedrà al pianoforte Beatrice Rana che eseguirà Chopin e l’orchestra da camera di Perugia diretta da Enrico Bronzi. Nella stessa serata si svolgerà la terza edizione del Franco Buitoni Award che sarà consegnato alla compositrice Silvia Colasanti. Per l’occasione sarà eseguito in prima assoluta il brano Love Song, per pianoforte, orchestra d’archi e percussioni, composto dalla stessa Colasanti.

 

 

“Siamo orgogliosi di iniziare con un omaggio a Franco Buitoni - ha detto Anna Calabro, presidente della Fondazione Perugia musica classica onlus - che, con il suo operato, ha reso Perugia una città di riferimento per la musica classica mondiale”. E che “ha fatto dell’impegno civile e della promozione della cultura la sua ragione di vita”, le ha fatto eco Ilaria Borletti Buitoni, presidente del Borletti Buitoni Trust. Il cartellone (prima parte) degli Amici della musica, presentato nel foyer del Morlacchi, proseguirà fino a dicembre con sedici concerti compresa l’edizione autunnale del Festival Orizzonti, a novembre.

 

 

Nella stagione sarà centrale l’opera di Stravinsky, a cinquant’anni dalla morte, e in particolare l’appuntamento è il 21 ottobre con i Solisti della Mahler Chamber Orchestra diretti da Philipp Von Steinaecker. Da segnalare il 25 dello stesso mese il concerto con i vincitori del Premio Roscini-Padalino–Cucinelli, Margherita Succio, violoncello, e Federico Pulina, pianoforte. E, ancora, il ciclo pensato per i più giovani, il sabato alle 12, con il ritorno della violinista Antje Weithaas e il tradizionale concerto di Natale. “Ripartiamo – ha spiegato Enrico Bronzi, direttore artistico della Fondazione – con progetti di respiro internazionale e con un’attenzione particolare alle giovani generazioni (per i quali sono previsti particolari sconti negli abbonamenti ndr), le più colpite in questo periodo, dando spazio a nuove proposte di altissimo livello che si stanno facendo già notare e apprezzare”. Un palinsesto di appuntamenti nei luoghi più suggestivi della città: “bellezze che si sommano – ha puntualizzato Leonardo Varasano, assessore alla Cultura del Comune – per quella che speriamo possa essere la stagione della definitiva ripartenza”. I biglietti sono già in vendita nel sito internet.