Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nuova vita in via Maestà delle volte, cantiere entro fine mese e apertura di un negozio

Sabrina Busiri Vici
  • a
  • a
  • a

Nel centro di Perugia, via Maestà delle volte da oltre venti giorni è transennata per una repentina messa in sicurezza delle mura che la sovrastano. Ma quando sarà risolto il problema? La domanda ricorre nella testa delle migliaia di persone che transitano quotidianamente lungo la via, tra le più belle e suggestive del centro storico. A rispondere è don Riccardo Pascolini amministratore del Capitolo della Cattedrale, ente proprietario degli edifici che si affacciano sulla via. “Lunedì 11 ottobre effettueremo un sopralluogo tecnico insieme al progettista e ai tecnici del Comune ed entro fine mese i lavori di recupero cominceranno”.

 

 

“E, come si è intervenuti per il restauro della cattedrale - precisa don Pascolini -, speriamo anche in questo caso di trovare dei partner economici e di poter usufruire del Bonus facciate”. Ma qual è il lavoro che dovrà essere effettuato? “Ne sapremo di più dopo lunedì, il problema che si è creato - risponde - è stato causato da abbondanti flussi d’acqua che si sono generati dalle piogge. Tanto abbondanti soprattutto rispetto alla portata delle attuali gronde, l’acqua è poi fuoriuscita e ha scavato via via le antiche pietre fino a causare la caduta di frammenti. Ecco bisogna intervenire subito”.

 

 

I lavori prossimi all’avvio non sono l’unica novità che riguarda via Maestà delle volte. Il Capitolo della cattedrale è in trattativa anche con una azienda di abbigliamento per la riapertura dell’ex negozio Talmone: i locali, infatti, appartengono all’ente ecclesiastico. Il bel negozio, per anni occupato dalla ditta dolciaria, è ormai chiuso da più di un anno e in questo periodo si sono susseguiti notizie su notizie di nuove aperture, poi smentite dalla saracinesca sempre chiusa. Adesso sembra che si sia trovata una soluzione, da quanto anticipa don Pascolini, ma con le trattative ancora aperte preferisce non dire di più. A questo punto, però, è facile capire di quale boutique si tratta.