Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni: dialisi all'ospedale, il servizio è ok per i 120 pazienti cronici ma manca la caposala

Simona Maggi
  • a
  • a
  • a

Sono oltre 120 i pazienti dializzati cronici al reparto di nefrologia e dialisi dell’ospedale Santa Maria di Terni. I pazienti promuovono a pieni voti il servizio, sempre puntuale e vicino a chi è in dialisi, ma da 7 anni dopo il pensionamento della caposala non ne è stata nominata una nuova, sebbene ci sia una referente che, grazie ai collaboratori di cui si avvale, manda avanti il lavoro senza particolari problemi.

 

“E' vero che andrebbe nominata una nuova coordinatrice – spiega il direttore generale dell'ospedale Santa Maria, Pasquale Chiarelli - anche se c'è una referente. Un discorso che vale anche per altri. Prima di poter procedere sono necessari alcuni atti dai quali non possiamo prescindere alcuni mancano da anni. Dobbiamo riorganizzare il Sitro (Servizio infermieristico tecnico riabilitativo ostetrico) in collaborazione con i sindacati e quindi proseguire con le nomine delle coordinatrici. Questa è una delle tante cose che stiamo cercando di sistemare. Al momento nel nostro ospedale è routine accogliere pazienti in dialisi malati di Covid provenienti da altri ospedali. Soltanto nella giornata di venerdì 1 ottobre 2021 ne abbiamo accolti due provenienti da Foligno. In questo caso il reparto di nefrologia e dialisi lavora in sinergia con quello di malattie infettive dove vengono ospitati chi deve sottoporsi a dialisi ed ha contratto il Covid. Il nostro obiettivo è quello di essere vicini agli utenti che si rivolgono al nostro nosocomio”.

 

Intanto domenica 3 ottobre 2021, per la Giornata nazionale del dializzato, anche Terni ha aderito alla campagna di prevenzione allestendo, in piazza Tacito, un punto per la misurazione della pressione arteriosa e all'esame della glicemia in un'ambulanza messa a disposizione per l'occasione.

“Un reparto che funziona bene – conclude Valentina Trebbia, delegata dell'Aned (Associazione nazionale emodializzati dialisi e trapianto) per Terni – grazie al lavoro svolto dall'equipe di infermieri e medici sempre molto vicini alle esigenze dei pazienti dializzati. In passato abbiamo avuto un incontro con la direzione in cui lamentavamo la carenza degli infermieri. Siamo stati ascoltati tanto che la forza lavoro è stata potenziata con nuove unità. Anche quando c'è qualche urgenza sono bene organizzati e riescono a seguire tutte le persone che in quel momento stanno facendo la dialisi”.

Va ricordato che nel mese di maggio 2021 c'è stata una nuova organizzazione nel servizio di Nefrologia: Carlo Magarini ha assunto l'incarico di responsabile facente funzione della struttura complessa di nefrologia e dialisi, mentre Luigi Vecchi ha assunto l'incarico di responsabile facente funzione della struttura dipartimentale nefrologia ambulatoriale.