Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto, anziana derubata da operatrice di una casa di riposo: portati via 25 mila euro in sei mesi

Davide Pompei
  • a
  • a
  • a

Circonvenzione di incapace, furto aggravato ed utilizzo indebito di carte di pagamento. Sono questi i capi di imputazione sulla scorta dei quali i carabinieri della stazione di Orvieto, in provincia di Terni, hanno denunciato una 49enne, dipendente presso una residenza per anziani di Baschi.

 

È in questa struttura che si trova una donna di 71 anni, finita suo malgrado al centro delle attenzioni particolari dell'operatrice. Appropriandosi del bancomat della signora, infatti, in sei mesi, dal marzo 2021 ad oggi, a forza di prelievi e pagamenti, la dipendente della struttura era riuscita ad intascarsi circa 25 mila euro.

Ad accorgersi che qualcosa non andava è stato il figlio della vittima che si è rivolto ai carabinieri per sporgere denuncia. L'osservazione delle immagini catturate dalle telecamere del sistema di videosorveglianza della casa di riposo, e quelle in prossimità dei punti di prelievo, hanno permesso di dare un volto e un nome all'artefice della truffa. Intrecciando i dati analizzati dagli investigatori è stato fugato ogni sospetto da parte dei familiari della 71enne, ignara di quanto un po' alla volta le era stato sottratto dalla persona che quotidianamente la accudiva.

 

“L'episodio – sottolinea il capitano Giuseppe Viviano, comandante della compagnia carabinieri di Orvieto – accende i riflettori sui reati che colpiscono quotidianamente gli anziani quali una delle categorie più vulnerabili per i reati contro il patrimonio”.

Da parte dell'Arma dei carabinieri è costante l’impegno per la prevenzione e la repressione di simili reati anche attraverso incontri periodici di carattere informativo ed educativo che mirano a diffondere la consapevolezza dei rischi di incappare in malintenzionati che approfittando di condizioni di solitudine e situazioni di necessità riducono le vittime al lastrico.

Ad essere truffati, però, non sono solo gli anziani. Nei giorni scorsi, infatti, una 50enne incensurata e residente nell'Orvietano era stata denunciata alla procura della Repubblica di Terni per furto e indebito utilizzo di carta di debito. Anche in questo caso un bancomat, sottratto ad una 40enne di Orvieto, alla quale continuavano ad arrivare avvisi sul proprio cellulare di addebiti mai superiori a 25 euro, che non richiedono l'utilizzo del Pin.