Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, l'imprenditore Cristiano Leonardi diventa direttore generale di una squadra di serie B in Galles

Antonio Mosca
  • a
  • a
  • a

]“Abbiamo appena chiuso l’accordo. Cuore ed anima rimangono qui, il mestiere vola nel Galles, a Bangor City”. Cristiano Leonardi, ternano Doc, in passato direttore di due club di serie A, si appresta ad affrontare un’avventura che lo porterà oltre il confine. Il presidente del Bangor City, Domenico Serafino, l’ha appena chiamato a lavorare con lui e a rafforzare la struttura amministrativa del club nel Regno Unito. Cristiano Leonardi, imprenditore versatile e arguto, non è nuovo nel mondo del calcio anche se la sua attività da manager lo ha fatto spaziare in molteplici campi, soprattutto all’estero con particolare attenzione al sud America. Dopo le scuole private, un impero costruito in pochi anni, ha sempre continuato a coltivare la grande passione per l’ippica agonistica grazie alla sua scuderia di cavalli, che gli regala tuttora grandi soddisfazioni.

Leonardi (nella foto) sarà il nuovo direttore generale e portavoce del presidente mentre il club spinge per un ritorno nella massima serie e per ristabilirsi come una potenza del calcio gallese. “Ho accettato questa nuova sfida con entusiasmo. Sono orgoglioso - afferma - di essere stato scelto per un incarico per il quale c’erano candidature di livello inrternazionale. Ma porterò un pezzo di Terni anche in questa nuova avventura imprenditoriale, con il mio bagaglio di esperienze umane e professionali. E, come è accaduto anche in altre occasioni, manterrò saldo il legame con la mia città e le persone di mia fiducia quando dovrò mettere a punto il team che mi affiancherà. Di certo nella mia città ho i ricordi e gli affetti più cari, i miei figli, la mia famiglia, i miei amatissimi genitori a cui devo tutto. Ma con i mezzi di oggi spostarsi tra l’Italia e il Galles non è poi così difficile”.

Cinque gli anni di contratto a Bangor, una vivace città universitaria a 40 minuti da Liverpool. “Ho sempre cercato di fare le cose al meglio - racconta Leonardi. Sono un perfezionista che cerca di valorizzare le risorse umane di cui dispone. Sono un uomo di relazioni. E’ questo il mio patrimonio, il valore aggiunto che mi è servito anche per intraprendere questa nuova sfida, a 56 anni, nella patria del calcio. Quando ero con la Ternana ai tempi di Agarini portammo in piazza migliaia di persone per festeggiare la squadra”. E non sono mancate le incursioni in politica. Per dieci anni è stato consigliere comunale, ai tempi delle giunte Raffaelli, prima con una lista civica e poi nella Margherita.