Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Beccato con cocaina per 3.000 euro, i carabinieri arrestano ragazzo di 23 anni

  • a
  • a
  • a

Aveva un vano nascosto sotto la leva del cambio, con tanto di meccanismo per la sua apertura, dove nascondeva al droga. Ma è stato tradito dal suo atteggiamento ed è stato scoperto e arrestato dai carabinieri. Il tutto è accaduto nella giornata di domenica a Gualdo Tadino e in manette è finito un giovane di 23 anni di origine albanese, trovato con 32 grammi di cocaina. La sostanza stupefacente rinvenuta, equivalente a 150 dosi e risultata pura oltre il 70%, secondo quanto riferito dai comandi dell’Arma, avrebbe fruttato sul mercato circa 3 mila euro

 

 

Durante i normali servizi di controllo del territorio una pattuglia della radiomobile della compagnia dell’Eugubino-Gualdese ha notato una macchina ferma in un parcheggio con il finestrino aperto. Al suo interno però non era possibile vedere qualcuno. Proprio questo particolare ha spinto gli uomini dell’Arma ad avvicinarsi e controllare il veicolo. A questo punto hanno scoperto che in realtà nella vettura si trovava il ventitreenne, che però si era sdraiato per non farsi notare. A quel punto ai carabinieri sono bastate poche domande per capire che il giovane nascondeva qualcosa. Un atteggiamento che ha fatto scattare la perquisizione sia personale che della vettura. A un primo controllo nel vano portaoggetti del veicolo sono state trovate sei dosi di cocaina.

 

 

Un ulteriore controllo ha permesso di scoprire un meccanismo che consentiva di accedere a un nascondiglio ricavato sotto la leva del cambio dove erano nascoste altre dosi di cocaina. In totale sono stati sequestrati 32 grammi di sostanza stupefacente. Il giovane, che era in possesso anche della somma di 600 euro in contanti, ritenuta dagli inquirenti provento dell’attività illecita legata alla droga, è stato tratto in arresto in flagranza per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e portato nel carcere perugino di Capanne.