Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, già sei classi in quarantena dopo la prima settimana di scuola

Esplora:

Fra.Mar.
  • a
  • a
  • a

Sono già almeno sei le classi in quarantena a causa di casi di studenti positivi al Covid. Dopo appena cinque giorni dal rientro sui banchi di scuola, i numeri sono già questi. E, come stabilito dalla bozza di nuovo piano scuola anticipata nei giorni scorsi dal Corriere dell’Umbria, anche alunni delle primarie e secondarie di primo e secondo grado, tornano in dad a prescindere dalla positività di uno o più compagni di scuola.

 

E infatti, all’istituto di Gattapone di Gubbio, il primo in cui è emerso un caso positivo, i compagni di classe dell’alunno positivo sono tutti in quarantena, anche se risultati negativi al cosiddetto tampone al tempo zero, ovvero il primo controllo fatto nel minor tempo possibile dopo la segnalazione del caso. Dopo Gubbio era emerso un caso alla primaria di Magione, e ieri sono emersi un altro caso in una scuola superiore di Umbertide, un altro in un istituto superiore di Todi, uno in una primaria della periferia di Perugia e uno anche in una scuola media.

 

Totale sei classi in isolamento, in attesa di tampone al tempo zero o in uscita dalla quarantena che, come scritto nella bozza di piano non ancora approvato in via definitiva dalla Regione ma di fatto già in adozione dalle Usl per la gestione dei casi nelle scuole, durerà 7 giorni per i vaccinati e 10 per i non vaccinati. I docenti (di scuole primaria e secondaria di primo e secondo grado) al momento verranno invece solo tenuti sotto osservazione con tampone al tempo zero e al quinto giorno per evitare stop prolungati della didattica. Questo piano, completamente improntato alla prudenza, manda in soffitta quello adottato negli ultimi mesi dello scorso anno scolastico, quando si andava in quarantena solo con almeno due positivi nella stessa classe. Ma la variante Delta, che ormai anche in Umbria ha sostituito completamente il virus originale spaventa e le autorità sanitarie virano verso maggiore rigidità. Al momento si prevede un’osservazione dei risultati di questo piano per almeno un mese e poi eventualmente si valuterà un allentamento delle misure.