Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, al Mercato coperto un palco per le band e sala registrazioni. Troverà spazio anche l'archivio Uj

  • a
  • a
  • a

Agroalimentare al centro. Ma ci sarà di più all’interno del nuovo Mercato coperto. Tra i progetti in cantiere c’è la realizzazione, probabilmente nell’open space del Grifo e del Fascio, di un palco per le esibizioni dal vivo e di una sala di registrazione. Musica e attività culturali avranno la loro parte nella struttura di piazza Matteotti. Da aggiungersi altre idee al vaglio: la realizzazione di una webradio su modello della collaudata Mascheradio e un’ala dedicato all’archivio di Umbria jazz. L’idea della webradio sembra sia in ballottaggio con gli spazi della biblioteca degli Arconi. In proposito l’assessore alla cultura Leonardo Varasano puntualizza: “Vogliamo creare un dialogo fra le attività che troveranno spazio nell’una e nell’altra struttura, così l’Archivio della Fonoteca Trotta una volta collocato agli Arconi troverà corrispondenza con quanto c’è di analogo a pochi passi di distanza, ovvero al Mercato coperto”.

 

 

Confermata anche l’introduzione dell’area formazione con una scuola di cucina e un ulteriore settore dove le istituzioni di alta formazione della città potranno far conoscere meglio l’offerta didattica e opportunità formative. L’hub innovativo a prevalenza food in pieno centro storico è stato oggetto di un sopralluogo mercoledì mattina da parte dei rappresentanti istituzionali e della cordata di imprenditori ed esperti che ha presentato il progetto esecutivo e ora è in attesa di completare l’iter dell’assegnazione. L’ipotesi di apertura dell’intero complesso è prevista per la prossima estate ma già dal mese di ottobre il piano della terrazza dovrebbe popolarsi dei commercianti di prodotti alimentari ora collocati in piazza del Circo. Del resto la struttura è finita, manca solo la pavimentazione.

 

 

C’è però chi fa notare: “Dopo sette anni di lavori l’opera rimarrà comunque incompleta - scrive in Facebook Carmine Camicia, ex consigliere comunale - perché il parcheggio deve essere ancora rifatto, forse era meglio portare avanti i lavori contestualmente”.