Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, sosta selvaggia folle in Via Pinturicchio: la protesta dei cittadini

  • a
  • a
  • a

Auto parcheggiate sui già risicati marciapiedi e pedoni costretti a camminare sulla carreggiata. E quando poi si incrociano gli autobus, che si incastrano, non si passa nemmeno a piedi. E’ così che descrive la situazione traffico chi vive e frequenta via Pinturicchio a Perugia. Andrea Capotorti, cittadino che si trova nella situazione di transitare regolarmente per la strada che collega porta Pesa a piazza Fortebraccio quindi all’Università per gli stranieri, ha pure segnalato la situazione in Comune con una lettera: “Insostenibile la sosta selvaggia lungo via Pinturicchio in orari di entrata/uscita della scuola Ugo Foscolo" così riporta Capotorti nero su bianco. 

 

 

"Il problema era già presente negli anni passati ma da oggi, con il trasferimento di alcune classi elementari dalla Ciabatti e il restringimento della carreggiata dovuta a un ponteggio per lavori in corso, è diventata insostenibile. Perché le auto parcheggiate sui marciapiedi impediscono il doppio senso di marcia ai bus o ad altro mezzo autorizzato nella corsia preferenziale”. E chiude: “Ho segnalato la situazione critica a dei vigili presenti davanti alla scuola Ciabatti che invece di intervenire di persona hanno liquidato la mia segnalazione dicendo che ne faranno a loro volta menzione...”.

 

 

Il traffico è sempre intenso tanto che, a meno di due anni dall’ultima asfaltatura, la situazione buche è già disastrosa. “Quando piove gli schizzi delle auto arrivano a un metro e mezzo da terra” parola di commercianti. Gli esercizi commerciali sono pochi, una decina in tutto: fiori, cioccolateria, caffè, ristorazione e una parrucchiera ma lo scorrimento delle auto è continuo e il traffico diventa caotico con l’apertura della scuola, aggravata quest’anno dalle classi in più trasferite dalla vicina Ciabatti in via di ristrutturazione. Non resta che ascoltare i cittadini.