Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid e immunità di gregge, in Umbria primo distretto tocca quota 80% di vaccinati con ciclo completo

Esplora:

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Con il 79,53% sui dati di martedì il distretto della Media Valle del Tevere tocca per prima il tetto dell’80% vaccinati con ciclo completo. Ossia la quota che viene ancora considerata di immunità di gregge, anche se la variante delta e l’alta circolazione tra i giovani ha indotto gli esperti a spostare l’asticella attorno al 90%. Per il primo ciclo il territorio di Todi e Marsciano ci arriva vicino: precisamente è all’88,56. Ben sopra la media regionale che è al 76,22 ciclo completo e 85,16% primo ciclo. 
Marcate le differenze territoriali: in coda troviamo i distretti di Narni- Amelia (72,52% ciclo completo), Terni (73,15) e Valnerina (73,59). Vicini alla Media Valle del Tevere troviamo il Trasimeno (78,79%), l’Alto Chiascio (78,62%) e il distretto di Perugia (77,6). A metà classifica l’Orvietano (75,59), lo Spoletino (75,71), Assisi (75,59), Alto Tevere (76,5).


Per l’epidemiologo Fabrizio Stracci parlare di immunità di gregge, con la variante delta che buca il vaccino, diventa complicato “sul fronte della circolazione della malattia”: certo è che il vaccino riduce gli effetti severi del Covid e una copertura pari o sopra l’80% è comunque un obiettivo da centrare. L’Umbria tutta dovrebbe traguardare la quota in questione entro la fine di settembre. E’ stata anche indicata una data: il 27 dello stesso mese. Il distretto della Media Valle supererà la quota in questi giorni. Il sindaco di Todi, Antonino Ruggiano, prevede tra oggi e domani. Come è stato possibile? “E’ preso spiegato”, dice Ruggiano, “abbiamo il centro vaccinale di Ponte Rio comunale che si è aggiunto all’hub di Ammeto di Marsciano e con la nostra prociv abbiamo chiamato le persone singolarmente. Non ci sono trucchi se non l’evidenza che lavorando i risultati arrivano. Sul primo ciclo poi sfioriamo il 90%”. Che aggiungendo anche chi ha avuto il virus, fa aumentare ancora di più la quota di copertura. 
Intanto sul fronte contagio scendono gli attualmente positivi e anche i ricoverati. I pazienti contagiati negli ospedali regionali passano da 53 a 48. Restano sette le terapie intensive occupate.


Nelle ultime 24 ore monitorate sono stati accertati 91 positivi a fronte di 149 guariti e due morti. Gli attualmente positivi sono 1.293, ossia 60 in meno rispetto al giorno precedente. Sono stati processati 1.983 tamponi e 3.590 antigenici. Il tasso di positività è all’1,6%, in aumento rispetto allo 0,94 di martedì.