Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, rissa in piazza Solferino davanti ai bambini piccoli: denunciate sei donne, tra mamme e nonne

  • a
  • a
  • a

E’ di otto denunce il bilancio di due risse che si sono verificate in città a distanza di poche ore l’una dall’altra a Terni.
Sei le donne coinvolte nel primo episodio di violenza che si è verificato giorni fa in piazza Solferino. Il diverbio è nato quando un bambino ha lanciato in aria un piccolo boomerang di plastica, di quelli che si trovano in regalo nelle merendine.
Il giocattolo è atterrato sul passeggino dove si trovava un altro bimbo. Tanto è bastato per mandare su tutte le furie la mamma del piccolo colpito per errore. La donna se l’è presa con l’altra mamma ed è scoppiato un parapiglia, in cui sono intervenute tutte le altre donne presenti accapigliandosi tra loro. E’ rimasta coinvolta anche una nonna che, con la sua stampella d’acciaio, ha iniziato a sferrare colpi un po’ dovunque.

 

Oltre alle sei donne, l’unico uomo presente alla rissa, un papà, si è guardato bene dall’intervenire. Alcuni passanti hanno telefonato alla polizia e le pattuglie della volante hanno bloccato le donne e le hanno identificate,
Si tratta di giovani campane, rumene e marocchine ed alcune di loro si sono recate al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria dove i sanitari le hanno riscontrato ferite lievi e contusioni.
Sono state tutte denunciate per rissa, ma per fortuna i figli delle giovani mamme non sono stati coinvolti nella violenta colluttazione. 

 


Il secondo episodio, di cui si è occupata la polizia, ha avuto come protagonisti due dominicani che la mattina di lunedì 6 settembre 2021 sono stati rintracciati dalla squadra volante a Borgo Bovio, dopo una notte brava, ad alto contenuto alcolico, sfociata in una rissa.

I testimoni hanno riferito agli inquirenti di diverse persone coinvolte, con la presenza anche di alcune donne che sono state viste mentre spaccavano bottiglie di vetro per poi passarle agli uomini che le brandivano. All’arrivo della pattuglia della volante molti di loro si sono dileguati, mentre uno dei contendenti, con la testa sanguinante fasciata da una maglietta, per sfuggire agli agenti, si è lanciato dalla rampa dei garage di un condominio.

Un salto nel vuoto di oltre tre metri che gli ha procurato la lesione di una vertebra. Un altro immigrato, sempre ferito alla testa, è stato rintracciato dalla volante mentre tentava di nascondersi dietro un portone. I due stranieri, entrambi regolari in Italia, sono stati denunciati a piede libero per il reato di rissa.