Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, il ministro Giorgetti: "Entro la fine del mese il nome del nuovo proprietario delle Acciaierie"

  • a
  • a
  • a

"Riteniamo che la procedura di vendita di Ast possa concludersi con l’individuazione del soggetto entro settembre, forse anche prima della fine del mese”. Tra pochi giorni dunque potrebbe esserci un nuovo proprietario per la fabbrica di viale Brin, e se a dirlo è un ministro del Governo, evidentemente qualcosa di grosso sta già bollendo in pentola.

A dirlo infatti è stato il ministro allo Sviluppo Economico, il leghista Giancarlo Giorgetti, che mercoledì 8 settembre ha parlato alla Camera rispondendo al question time a una interrogazione del Pd che ha visto il parlamentare umbro Walter Verini come primo firmatario. “Le aspettative - ha detto Giorgetti (nella foto) - sono quelle di un piano industriale rispettoso sia delle dimensioni aziendali, e quindi dell’occupazione diretta e indiretta, che dei dettami ambientali”. Nell’atto del Pd si chiedeva “quali iniziative intenda adottare il Governo per assicurare la salvaguardia del patrimonio industriale di Acciai speciali Terni, tenuto conto del rilievo economico e occupazionale che ricopre per la regione Umbria e per l’intero panorama nazionale”.

Giorgetti ha assicurato che il Governo sta seguendo con puntualità la vicenda ternana di Ast: “Stiamo seguendo la procedura in un rapporto trasparente e corretto con Thyssenkrupp”. Giorgetti ha evidenziato alla multinazionale le proprie aspettative “rispetto al futuro di un’azienda così strategica, definita una eccellenza nel mondo dell’acciaio. Un’aspettativa - ha aggiunto - che credo possa rispondere a quelle del territorio di Terni, dell’indotto e dei lavoratori”. Intanto per giovedì 9 settembre è fissato un incontro tra le segreterie territoriali dei metalmeccanici e l’ad Massimiliano Burelli. E’ poi previsto il primo appuntamento del delicato tavolo sull’appalto scorie, che dovrà cercare di risolvere la questione dei 27 esuberi generati dal passaggio del Metal Recovery da Ilserv a Tapojärvi Oy. Quindi la discussione si sposterà sulla procedura di mobilità volontaria degli impiegati, già avviata nel 2019 e che Ast è intenzionata a portare a termine.