Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Città di Castello, trova portafogli con dentro 800 euro e carta bancomat e lo restituisce ai carabinieri

  • a
  • a
  • a

Quando il senso della cittadinanza, dell’onestà, supera di gran lunga l’egoismo. Invece di mettersi in tasca una discreta somma in contanti un tifernate ha deciso di fare un bel gesto e restituire il portafogli al legittimo proprietario: il fortunato, già contento che gli era stato restituito con tutti i documenti, si è ritrovato anche la tessera bancomat. Protagonista di questa storia un tifernate di 40 anni, che nei giorni scorsi, mentre stava facendo la sua passeggiata lungo il Tevere, nei pressi del ponte della E45 a Santa Lucia, ha notato a terra un portafogli. 

 

 

A quel punto si è guardato attorno per vedere se c’erano persone e domandare loro se avessero perso qualcosa. Ma in quel momento non c’era nessuno. L’uomo ha controllato quindi all’interno del portafogli  per cercare dei recapiti attraverso i quali poter contattare il proprietario e ha trovato una cospicua somma, oltre 800 euro in contanti e tutti documenti, carta di identità tessera sanitaria, patente di guida e pure la tessera bancomat. Non ha però trovato i recapiti necessari per rintracciare il proprietario del portafoglio e quindi ha deciso quindi di fare marcia indietro e recarsi immediatamente alla caserma dei carabinieri di Città di Castello per segnalare quanto accaduto.

 

 

Una volta raggiunta la caserma ha quindi raccontato l’episodio ai militari della stazione tifernate e ha consegnato loro sia la somma in contante trovata sia il portafogli con tutti i documenti presenti all’interno, affinché fossero possibile per i militari a rintracciare il proprietario. Davvero un comportamento esemplare, perfetto esempio di altruismo e civismo come pochi se ne vedono.