Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, i commercianti si tassano per pagare le nuove telecamere di sicurezza in centro. Accordo con il Comune

  • a
  • a
  • a

Più sicurezza nelle vie del centro storico di Terni. E’ stato firmato venerdì 27 agosto il protocollo d’intesa tra Comune e commercianti di corso Vecchio sulle videocamere di sorveglianza (come si può vedere nella foto di Stefano Principi). Le videocamere private saranno messe in rete e monitorate dalla centrale operativa della polizia locale. E dopo questa prima sperimentazione saranno coinvolte anche altre zone della città. I primi ad aderire al progetto di cooperazione pubblico-privata per la sicurezza urbana, cui ha dato vita l’amministrazione comunale con una delibera di giunta, sono stati una decina di commercianti di corso Vecchio e qualche residente della zona.

Tre le telecamere che sono state già installate a corso Vecchio, collegate in rete da remoto. “Un progetto a cui abbiamo subito aderito - spiega Fabrizio Fucile dell'enoteca Vino Vino, portavoce e coordinatore dei commercianti di corso Vecchio per quanto riguarda il progetto - perché la sicurezza è fondamentale per il bene di tutti i cittadini, sia dei residenti che dei commercianti. Ci sono stati degli episodi (di spaccio e non solo) che ci hanno fatto riflettere e optare per il ricorso alle telecamere. Ci siamo tassati per coprire i costi degli impianti. Abbiamo collaborato con alcuni tecnici comunali che sono venuti a fare dei sopralluoghi per capire dove potevano essere installate le telecamere di sorveglianza e poi i lavori sono proseguiti. Tre le videocamere in azione, due collocate sulla piazza e verso corso Vecchio ed una all'ingresso della Ztl che punta verso un bar. Questi nuovi occhi elettronici sono collegati alla centrale operativa della polizia locale e anche delle altre forze dell'ordine. Il centro deve tornare in piena sicurezza per tutti”.

“Si tratta di un interessante progetto di cooperazione dei cittadini alla sicurezza urbana - sottolinea l’assessore comunale alla Polizia Locale, Giovanna Scarcia - che, negli ultimi mesi, dopo l’approvazione in giunta, sta prendendo piena vita. Sono varie le richieste arrivate da esercenti e da condomini; i tecnici si stanno occupando dei sopralluoghi e dello studio di fattibilità delle installazioni, visto l’interesse dimostrato da amministratori di condominio, gestori di impianti sportivi, cittadini ed esercenti".