Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Movida molesta a Spoleto, nel fine settimana vietata la vendita di bibite in bottiglie di vetro e lattine

Filippo Partenzi 
  • a
  • a
  • a

Il Comune di Spoleto dichiara guerra alla movida molesta in centro storico. Alla luce delle tante segnalazioni ricevute dai residenti e dai frequenti episodi “di grave degrado urbano” (tra risse e ubriachezza molesta connesse all’abuso di alcolici) accaduti nella zona, la commissaria straordinaria Tiziana Tombesi ha deciso di inasprire i contenuti dell’ordinanza emessa a giugno. Lo ha fatto attraverso un nuovo provvedimento “d’urgenza” che vieta la vendita di qualsiasi bevanda “da asporto in bottiglie di vetro e lattine” il venerdì e il sabato dalle ore 21 alle 6 del giorno successivo. L’ordinanza rimarrà in vigore fino al 25 settembre.

 

 

La somministrazione, in particolare, “dovrà avvenire in bicchieri di plastica/carta. Il divieto opera anche nel caso in cui la vendita e la conseguente consumazione avvengano nelle aree di pertinenza esterne ai locali, fatta eccezione per le attività di ristorazione”. L’atto, nello specifico, riguarda gli esercizi commerciali che “ricadono nella zona a monte di via del Seminario, piazza della Signoria, via del Duomo, via Filitteria, largo Gigli, via Vaita San’Andrea, piazza Collicola, via Carlo Cattaneo, via Sant’Agata, piazza della Libertà, via Matteotti, via Egio, via degli Abeti e via Monterone”. Niente alcolici in tarda notte, quindi, anche in piazza del Mercato, corso Mazzini e via Minervio. “Nei luoghi in questione soprattutto nei fine settimana estivi - fa sapere il municipio - si verificano assembramenti con un numero elevato di persone tanto che l’operatività delle forze di polizia, chiamate a intervenire per accertare e reprimere violazioni amministrative, potrebbe risultare limitata con il rischio di aggravare le situazioni che possono provocare stati di tensione non desiderati”.

 

 

Un provvedimento adottato da Tombesi al fine di tutelare la “civile convivenza, il decoro, la sicurezza urbana” nonché presentare Spoleto nel miglior modo possibile agli occhi dei  turisti. “Qualora tali disposizioni non vengano rispettate - è scritto nel documento pubblicato nell’albo pretorio - si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da un minimo di 25 euro a un massimo di 500”. Il testo dell’ordinanza è stato trasmesso al comandante della polizia municipale, Massimo Coccetta, alla Prefettura di Perugia, al commissariato di polizia, al comando locale dei carabinieri e alla guardia di finanza che, già nelle prossime ore, provvederanno a effettuare gli opportuni controlli nelle vie interessate dalla nuova ordinanza.