Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maltempo, il Comune di Perugia valuta la richiesta dello stato d'emergenza. Oltre 200 richieste di intervento

  • a
  • a
  • a

Dopo i gravi danni causati dalla bomba d'acqua che si è abbattuta sulla città questo lunedì, il comune di Perugia sta valutando la richiesta dello stato d’emergenza. È quanto emerso nel sopralluogo odierno a Villa Pitignano, una delle frazioni del capoluogo umbro più colpite, dove è stato filmato anche il video shock del violento fiume di fango generato dalla bufera. Al sopralluogo hanno partecipato il sindaco di Perugia, gli assessori comunali alla sicurezza e ai lavori pubblici, il dirigente della protezione civile, l’assessore regionale ai trasporti e alcuni dirigenti della regione. Nel caso di eventi qualificati come 'calamitosi', infatti, spetta ai comuni colpiti chiedere che sia dichiarato lo stato di emergenza, che ha lo scopo di attivare risorse e interventi bonus a favore della popolazione e del territorio, anche attraverso provvedimenti in deroga all’ordinamento vigente.

 

 

Nel frattempo, sono salite a 200 le richieste di intervento arrivate ai numeri della ProCiv regionale da parte dei residenti nelle zone più colpite dal maltempo. Solo oggi, più di 30 volontari della protezione civile comunale e regionale, in collaborazione con i vigili del fuoco, hanno lavorato in supporto alla popolazione e ai commercianti per liberare negozi, garage e fondi dal fango e per rispondere alle numerose richieste di intervento dei cittadini in difficoltà nelle proprie abitazioni private. Altri 50 volontari si aggiungeranno domani, mentre diverse squadre di geometri e tecnici del Comune sono impegnati nel ripristino di strade, fognature e per gli opportuni sopralluoghi sul territorio.

 

In tutto il perugino oggi, ci sono stati numerosi interventi per piante cadute e allagamenti nelle zone colpite dal maltempo. Al pomeriggio di oggi, i Vigili del fuoco del comando provinciale di Perugia avevano cinque squadre sul campo, due delle quali attive con mezzi speciali per la rimozione di fango e macerie. La situazione, nell’area di Perugia interessata dal maltempo di lunedì, sembra progressivamente e fra grandi difficoltà tornare alla normalità.