Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spoleto, internet veloce e gratis per tutti in centro storico

Filippo Partenzi
  • a
  • a
  • a

Il centro storico di Spoleto diventa ancora più “smart”. Nelle prossime settimane il Comune provvederà infatti ad attivare 39 hot spot che consentiranno agli utenti di navigare gratuitamente su internet. L’iniziativa coinvolge 11 luoghi della parte alta della città tra cui il complesso monumentale di San Nicolò (6), palazzo Collicola (1), l’ufficio informazioni turistiche in largo Ferrer (1), palazzetto Ancagliani (1), la biblioteca Carducci a palazzo Mauri (12), il Digipass in via dei Filosofi (2), piazza del Mercato (2), piazza Duomo (2), piazza del Municipio (1), palazzo comunale (7) e la sede della polizia locale in piazza Garibaldi (4). 

 

 

I dettagli sono contenuti nel documento istruttorio allegato alla delibera numero 113 del commissario straordinario Tiziana Tombesi: il progetto, come si legge nel documento, risale al 2019.
L’amministrazione, all’epoca, decise di partecipare al bando della Regione teso a promuovere (avvalendosi della società Umbria Digitale) “l’accesso alla rete internet mediante lo sviluppo di una rete wifi pubblica denominata #WifiUmbria a beneficio di cittadini, turisti e studenti, caratterizzata dalla gratuità del servizio”.

 

 

Il progetto inizialmente elaborato avrebbe comportato, per le casse del Comune, oneri riguardanti l’attivazione dell’infrastruttura pari a 65.650 euro più Iva. A carico di Umbria Digitale, invece, ci sarebbe stata soltanto “la fornitura degli access point, la loro configurazione in modalità standard, la relativa attività di manutenzione per 5 anni” nonché l’installazione nelle zone del centro interessate della “cartellonistica informativa necessaria”. 
A distanza di due anni però, “nonostante le continue sollecitazioni della Regione”, il Municipio non è riuscito a dare attuazione al programma presentato a causa delle “insufficienti risorse finanziarie a disposizione”. Da qui la decisione, alla luce dell’imminente scadenza dei termini, di rimodularlo al fine di ridurre gli oneri spettanti ed evitare di perdere il finanziamento ricevuto. 
I tempi si preannunciato stretti: l’Ente, infatti, vuole recuperare il tempo perso ed attivare la rete nel minor tempo possibile. Il primo passo in avanti, la sottoscrizione dello schema di convenzione con #WifiUmbria, intanto è stato fatto.