Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Chiesa, cardinale Bassetti: "Pellegrinaggio alla Porziuncola per le vocazioni sacerdotali"

  • a
  • a
  • a

Il presidente della Cei e arcivescovo metropolita di Perugia-Città della Pieve, cardinale Gualtiero Bassetti, ha annunciato un pellegrinaggio per arginare la crisi di vocazioni sacerdotali. Un problema ormai da tempo di grande attualità all'interno della Chiesa cattolica. L'annuncio durante l’omelia della celebrazione per il settimo anniversario della morte del seminarista servo di Dio Giampiero Morettini (1977-2014). A fine settembre, dunque, Bassetti ha annunciato che guiderà "un pellegrinaggio a piedi fino alla Porziuncola di Assisi, perché sia un cammino di preghiera per supplicare al Signore il dono delle vocazioni. Un cammino di meditazione, di recita del Santo Rosario".

 

 

Bassetti ha anche ricordato la sua battaglia vinta sul Covid: "Il Signore che mi ha davvero aiutato a recuperare la salute mi ha suggerito questa iniziativa per la nostra Chiesa. Credo che qualche passo in più mi farà bene, anche alla salute, e farà bene anche alla salute di qualcuno di voi". "Durante il pellegrinaggio - ha detto - chiederò la grazia al Signore che anche quest’anno qualche giovane possa entrare in Seminario! Pregate per le vocazioni, per tutte le vocazioni!"

 

 

E proprio oggi Papa Francesco ha ricordato un altro rischio per i fedeli, quello di perdere il contatto con la liturgia. Specialmente in epoca di pandemia. Con l'auspicio che la domenica, l’assemblea eucaristica e il rito recuperino "centralità nella fede e nella spiritualità dei credenti", si legge in un messaggio del Pontefice a monsignor Claudio Maniago, presidente del Centro Azione Liturgica, in occasione dell’apertura della 71.ma Settimana Liturgica Nazionale, al via oggi 23 agosto fino al 26, a Cremona. "Il settimanale radunarsi nel ’nome del Signore', che sin dalle origini è stato avvertito dai cristiani come una realtà irrinunciabile e indissolubilmente legata alla propria identità, è stato duramente intaccato durante la fase più acuta del propagarsi della pandemia" ha detto il Papa.