Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccine day per studenti, scarsa affluenza: "Risposta contenuta"

  • a
  • a
  • a

Scarsa l'affluenza nel primo giorno di vaccine day in Umbria dedicato ai ragazzi dai 12 ai 18 anni. Domenica 22 agosto sono stati in 340 a presentarsi nelle 12 strutture operative a livello regionale.

 

 

A mezzogiorno ci sono poche auto nel parcheggio dell'hub di San Marco a Perugia. Qualche padre che accompagna la figlia adolescente, sparuti gruppetti di giovani in bermuda e t-shirt. Anche un madre che cammina veloce con il figlio accanto. Loro sono d'accordo: “Siamo stufi di questa situazione, vaccinarci è l'unica soluzione”. A Perugia però in dodici ore, dalle 7,30 alle 19,30 di domenica 22 agosto nell'hub di San Marco sono stati vaccinati in 144. In particolare 84 nella fascia mattutina e 60 nel pomeriggio. Di questi 130 erano giovani, compresi proprio nella fascia 12-18. Un risultato che non lascia soddisfatto il dotttor Alfredo Notargiacomo, direttore del distretto sanitario del Perugino. “Abbiamo una macchina da 2 mila dosi al giorno con 5 medici, 14 ambulatori, 16 infermieri e 5 amministrativi però la risposta è stata contenuta. Mi auguro che non ci sia una concentrazione a ridosso dell'inizio dell'anno scolastico (fissato il 13 settembre ndr), lo scopo dei due vaccine day voluti dalla Regione è proprio quello di non creare disagio all'ultimo momento”. Per favorire l'ingresso dei giovani nell'hub di San Marco è stata creata una corsia preferenziale destinata proprio a loro senza alcun bisogno di prenotazione. Tutto è veloce. “Durante la settimana l'afflusso è stato buono, l'importante è coprire la maggior parte delle persone anche rispetto a questa fascia di età”, ribadisce il dottor Notargiacomo. 

 

 

A Terni sono stati 39 i teenager che, nell'arco della giornata di domenica 22 agosto, si sono presentati per le vaccinazioni all'hub vaccinale ricavato nella palestra dell'istituto Casagrande, a piazzale Bosco. “Il numero non è molto alto – spiega la dottoressa Elisa Giocondi, che opera nella struttura – ma nella media di chi si presenta giornalmente nella nostra struttura senza prenotazione. In questi giorni, ovvero da lunedì scorso, c'è stata la possibilità di scegliere il giorno in cui vaccinarsi e i ragazzi, evidentemente, hanno preferito farlo nell'arco della settimana, piuttosto che di domenica. Ogni giorno, infatti, abbiamo avuto almeno un centinaio di prenotazioni e mediamente un'altra trentina di giovani che si sono presentati pur non prenotati. Diciamo quindi che, nella prima settimana, abbiamo vaccinato circa 900 ragazzi tra i 12 e i 18 anni nel nostro centro vaccinale”. Il secondo vaccine day è in programma domenica prossima, ad eccezione della sede di Terni dove è anticipato a sabato.