Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Turisti pazzi per l'Umbria: "Qui è tutto meraviglioso". E' pienone ovunque

  • a
  • a
  • a

L’Umbria fa il pieno di turisti. A Perugia centro invaso di visitatori sin dalle prime ore del mattino. Tutto esaurito nelle città d’arte, da Orvieto ad Assisi, presa d’assalto anche la Valnerina. I laghi fanno il botto. Al Trasimeno arrivano da ogni parte d’Italia. “E’ il secondo anno consecutivo che vengo in vacanza in Umbria – dice Maurizia Pasqualetto– Vengo da Trieste e sono arrivata dalla Toscana. Ho visitato città come Perugia, Orvieto e per concludere sono arrivata qui al Trasimeno. L’Umbria è una regione stupenda, che ha ripagato appieno le aspettative”.
Toscana era direzione anche della famiglia Luceli. “Poi però ci siamo fermati qua e non ce ne siamo più andati – dice Antonio da Cesena – La gestione è ottima, siamo stati tre giorni. Abbiamo trovato tanta cordialità. Non è la prima volta che visitiamo l’Umbria: vent’anni fa ci venivamo con i nostri figli, ma ci fermavamo nella zona di Tuoro e Passignano, visitando l’Isola Maggiore. Ecco, il posto è cambiato in meglio, è diventato molto più turistico ed accogliente. Abbiamo visitato anche Citerna, che è meravigliosa”.

 

 

 

Chi invece l’Umbria la conosce bene è il gruppo di nove persone proveniente dalle Marche, composto da Claudia, Romano, Roberto, Pino, Sonia, Alberta, Gianni,Andrea e Angela con un ospite speciale che è Ferdinando, il cane. “Con l’Umbria siamo cugini – dicono – E’ tutto molto bello, il punto forte è sicuramente la gastronomia”. “Noi siamo appena arrivati da Genova – commenta Stefano Botticelli – Siamo itineranti, non abbiamo un percorso fisso. Di sicuro andremo alle fonti del Clitunno per poi indirizzarci verso le Marche e l’Abruzzo”.
Prima volta in Umbria invece per Elena Puyol da Barcellona. “In Italia c’eravamo già stati – spiega Elena, che è al Trasimeno assieme al compagno – Rimarremo una decina di giorni, siamo arrivati mercoledì scorso. E’ tutto molto bello”.

 

 

 

E anche Giuliano Lunelli da Bolzano, in vacanza con la moglie e i nipoti, commenta positivamente il comprensorio. “Siamo arrivati ieri. Il posto ci piace, non è una zona lussuosa ma per i camperisti c’è tutto”. Tanti turisti anche a Piediluco. “Sono rimasto piacevolmente sorpreso dal lago – spiega Giovanni Crisci originario del Canada ma residente da anni nella capitale– e soprattutto dal panorama così caratteristico. Non avrei mai immaginato di trovare un borgo così bello e ben tenuto”. Gli fa eco Stefania Saulli: “E' la prima volta che vengo a trascorrere una giornata al lago di Piediluco – sottolinea -. Me ne hanno parlato molto e devo dire che è un luogo tranquillo dove si sta davvero bene. Ci tornerò di sicuro”. Anche Maria Moncada  ha scoperto il lago di Piediluco soltanto ieri quando, convinta dalla sorella, è venuta a trascorrere una giornata di relax. “E' un luogo magico – dice – che coinvolge e cattura sia dal punto di vista naturalistico che architettonico. Non avrei mai immaginato di trovare un posto così accogliente”. C'è anche chi come Silvia Volpe veniva già da bambina con i genitori. “Venire al lago di Piediluco mi porta indietro nel tempo – conclude – e mi fa rivivere la mia infanzia. E' tutto perfetto”.