Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Afghanistan, il video della ragazza in lacrime: "A nessuno importa di noi". E Trump attacca: "Biden si dimetta"

  • a
  • a
  • a

Un video commovente, che sta facendo il giro del web. Una ragazza afghana in lacrime per l'avvenuta riconquista del Paese da parte dei Talebani. "Non contiamo perché siamo nati in Afghanistan. Non riesco a smettere di piangere, devo asciugarmi le lacrime per filmare questo video. A nessuno importa di noi, scompariremo lentamente dalla storia". E' la testimonianza diretta di una giovane afghana che sta facendo molto discutere sul frettoloso ritiro della coalizione occidentale dal paese dell'Asia centrale, che ha spianato la strada a una rapidissima riconquista dei Talebani culminata ieri con l'ingresso e la presa della capitale, Kabul, mentre il presidente Ashraf Ghani è fuggito in Uzbekistan e si è scatenata una evacuazione generale delle rappresentanze occidentali. Ieri, i video impressionanti di una gigantesca folla all'aeroporto di Kabul per provare a fuggire dal Paese. 

 

 

Ed è tornato a parlare l'ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Dure le parole del tycoon contro Joe Biden e la sua amministrazione: "È tempo che Biden si dimetta per ciò che ha permesso che accadesse in Afghanistan" ha affermato Trump in una nota, in cui ha anche accusato il suo predecessore di aver fatto aumentare i casi di contagio della pandemia nel Paese.

 

 

 

"Quello che Joe Biden ha fatto con l’Afghanistan è leggendario. Verrà ricordato come una delle più grandi sconfitte della storia americana!" ha detto in un’altra dichiarazione. L’ex inquilino della Casa Bianca ha anche aggiunto, secondo quanto riportato dalla Bbc, che il ritiro degli Stati Uniti sarebbe stato "molto diverso e molto più efficace" se lui fosse stato il presidente in carica.