Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto: Ivano Ricci Torricelli scomparso da dodici anni, i famigliari: "Chi sa parli"

Davide Pompei
  • a
  • a
  • a

Sono trascorsi dodici anni dalla scomparsa di Ivano Ricci Torricelli, ad Orvieto, in provincia di Terni. Era la mattina del 13 agosto 2009, infatti, quando, senza avvisare, l'uomo si allontanò dalla comunità terapeutica “L'Airone”, in località San Giorgio, presso la quale stava seguendo un percorso riabilitativo, lasciando perdere le sue tracce.

 

Nonostante gli appelli, le segnalazioni e le ricerche effettuate in questi anni, non solo nei dintorni della struttura, Ivano non è mai stato ritrovato. In occasione dell'anniversario della scomparsa, dalla pagina Facebook “Ritroviamo Ivano Ricci Torricelli”, familiari e amici hanno invitato nuovamente coloro che posseggono informazioni sull'accaduto a fornire notizie per indirizzare la ricerca o, almeno, aiutare a chiarire le dinamiche della scomparsa ancora avvolta nel mistero.

Alto 181 centimetri, occhi verdi, calvo e di corporatura robusta, il giorno in cui era stato visto nei pressi della stazione ferroviaria di Orvieto per l'ultima volta, aveva 46 anni e indossava camicia e pantaloni chiari. Il giorno seguente, il 14 agosto 2009, Ivano, o qualcuno molto simile a lui, contattò un parroco di Narni chiedendogli una piccola cifra di aiuto “per prendere un treno”.

Alcuni ragazzi fecero allora una piccola colletta e gli consegnarono 10 euro. Tra la fine del 2013 e l'inizio del 2014, poi, si erano intensificate le segnalazioni di presunti avvistamenti, tutti concentrati nella zona di Perugia. Una ragazza, in particolare, era stata fermata da un uomo, molto somigliante fisicamente e nei modi miti ad Ivano, nei pressi della chiesa parrocchiale del quartiere di Prepo. In quell'occasione, l'uomo aveva chiesto soldi per aiutare il padre malato, così come già aveva fatto in precedenza con il parroco, e prima ancora, a Case Bruciate.

 

La descrizione fisica e caratteriale sembrava corrispondere con lui e trovare conferme anche nell'avvistamento da parte della titolare di un bar della stessa zona. Gli accertamenti dei carabinieri e della trasmissione televisiva di Raitre “Chi l'ha visto?” avevano poi appurato che si trattava solo di una persona molto somigliante. Chiunque volesse mettersi in contatto con i familiari può farlo, anche in forma anonima, attraverso la mail [email protected] o ai numeri 392.4768708 e 392.4104321.