Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Marsciano, spacciava con compagna e suocera: arrestato

Massimo Fraolo
  • a
  • a
  • a

Trovato in possesso di dieci piante di marijuana e quasi due chili della stessa sostanza essiccata, ha reagito alle perquisizioni ed è stato arrestato. L'operazione è dei carabinieri di Marsciano e il responsabile, che è stato arrestato anche a causa della violenta reazione nei confronti dei militari, è un tunisino di 22 anni, residente a Marsciano. L'intervento dei carabinieri della locale stazione, condotto dal comandante Franco Riganelli, ha portato anche a deferire in stato di libertà tre donne, anch’esse residenti a Marsciano, per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio in concorso con lo stesso giovane tratto in arresto. Si tratta della convivente, della suocera e di un’altra parente dell’uomo. 
Ingente il quantitativo trovato a seguito della perquisizione nell'abitazione del giovane. Le piante rinvenute all'interno della casa, in tutto dieci, erano alte 80 centimetri. I due chili di sostanza essiccata erano contenuti in un barattolo.

 

 

Il tunisino, che era stato seguito e successivamente bloccato per il relativo controllo, si è scagliato contro i militari, una volta condotto presso il proprio domicilio, per impedire la perquisizione e per questo è stato immobilizzato e successivamente condotto in carcere. Posto agli arresti domiciliari su disposizione della Procura della Repubblica di Spoleto, nella mattinata di ieri è stato condotto presso il Tribunale che ha convalidato l’arresto.

 

 

Deferite in stato di libertà le tre donne, la cui attività di spaccio è stata considerata collegata a quella dell'arrestato. L’ultima operazione, nel territorio, che aveva portato ad altre denunce per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, nell’ambito di attività investigativa finalizzata al contrasto del fenomeno, è dell’aprile scorso. In quell’occasione l’intervento, condotto dai militari dell’Aliquota Operativa e Radiomobile della Compagnia di Todi, aveva portato alla denuncia di quattro persone tra Marsciano e Todi, di cui una di loro ritenuta responsabile di un'attività di spaccio di un quantitativo di 50 grammi di marijuana, che avrebbe fruttato la cifra di circa 500 euro. Poche settimane prima un altro giovane era stato fermato nei pressi di un parco pubblico di Marsciano e trovato in possesso di cocaina e hashish pronte per essere spacciate.