Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, sette dipendenti no vax dell'Usl Umbria 2 sospesi dal lavoro dall'azienda sanitaria

  • a
  • a
  • a

Sette tra infermieri e operatori socio sanitari sono stati sospesi dall’Usl Umbria 2. L’attuazione del provvedimento è stata annunciata la mattina di venerdì 13 agosto 2021 da parte della direzione dell’azienda sanitaria che ha sede in via Bramante, a Terni (nella foto).

L'azienda ha precisato altresì come tra i sette dipendenti sospesi non vi sia alcun medico, ma si tratta invece di personale paramedico e oss che operano in strutture del territorio di competenza dell’azienda stessa.

 

La sospensione avrà decorrenza a partire dal 16 agosto 2021 ed è stata adottata – conferma l’Usl Umbria 2 – per la violazione dell'articolo 4 del decreto legge numero 44 del 2021, quello cioè che prevede l’obbligo vaccinale per chi opera nell’ambito sanitario.

L’Usl Umbria 2 ha fatto sapere altresì che si tratta solo di una prima scrematura e che sono al vaglio della direzione altre posizioni di dipendenti. Non è escluso, quindi, che analoghi provvedimenti sospensivi possano essere assunti nei prossimi giorni.