Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Russia, milionario del partito di Putin uccide un uomo scambiato per un orso

  • a
  • a
  • a

Una storia tragica, che ha dell'incredibile, sta venendo rilanciata da svariati media russi. Un noto milionario e politico della Kamchatka, Igor Redkin, ha ammesso di aver sparato a un uomo, uccidendolo, dopo averlo scambiato per un orso. Redkin, 55 anni, si è recato con la sua pistola in una discarica nel villaggio di Ozernovsky in Kamchatka, dopo aver appreso la notizia della presenza di un esemplare e preoccupato per i danni che avrebbe potuto recare alla comunità.

 

 

 

Volendo spaventare l’animale, ha dichiarato "di aver sparato con la sua pistola", e in seguito di aver appreso che "un residente locale è rimasto ferito, nella zona, all’incirca nello stesso momento". Il 30enne colpito è poi morto in ospedale. La scorsa settimana è stato aperto un procedimento penale che ha costretto Redkin ad abbandonare il partito ’Russia Unita' di Vladimir Putin. L’uomo, comproprietario di diverse grandi imprese nella penisola della Kamchatka, è attualmente agli arresti domiciliari.

 

 

Il sito Kam24.ru ha identificato la vittima nel 30enne Andrei Tolstopyatov.  E alcuni residenti della zona, a quanto pare, contestano il resoconto di Redkin, sostenendo che in realtà l'uomo potrebbe essere stato coinvolto in una sparatoria da ubriaco. La corte locale della Kamchatka, a 6.500 chilometri ad Est di mosca, ha disposto la misura degli arresti domiciali per Redkin, mentre le indagini sull'omicidio proseguono. La remota penisola russa è famosa proprio per la sua folta popolazione di orsi bruni, circa 20mila, che spesso vengono a contatto con gli uomini. Secondo Forbes Russia, Redkin, magnate in vari settori fra cui pesca e aviazione, è uno dei pubblici ufficiali più ricchi del Paese. Kamru.24 riporta anche che l'uomo, se fosse confermato l'omicidio colposo, potrebbe essere condannato ad una pena considerevolmente ridotta.