Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Notte di San Lorenzo, ecco dove andare per vedere le stelle cadenti

  • a
  • a
  • a

Notte di San Lorenzo in Umbria, dove andare e cosa c’è da sapere. “Tutti pensano che il momento migliore per osservare le stelle cadenti sia la notte di San Lorenzo invece il clou dello spettacolo sarà fra le nove e la mezzanotte di giovedì 12 agosto”. Riporta Cristiano Cinti, segretario del Gruppo Astrofili Monte Subasio. E prosegue: “ Ma già in queste sere è possibile osservare le lacrime di San Lorenzo” che sono in realtà i detriti della coda della cometa Swift-Tuttle, uno sciame meteorico che la Terra si trova ad attraversare durante il periodo estivo nel percorrere la sua orbita intorno al Sole”.

 

 

Le Perseidi si osservano bene a occhio nudo, cioè senza binocoli o telescopi, purché ci si trovi in una zona lontana il più possibile dalle luci delle città e l’orizzonte, in qualsiasi direzione, sia libero (almeno nord-est). Le ore migliori per osservare le Perseidi sono quelle notturne tra le 3 e le 4 del 13 agosto. Non serve salire sul monte più alto conosciuto, basta cercare un luogo appartato lontano dalle luci della città e dall’inquinamento luminoso, come ad esempio a Porziano, dove ha sede l’Osservatorio Astronomico degli astronomi non professionisti del Gruppo Astrofili Monte Subasio, a pochi chilometri da Assisi. Il Gruppo Astrofili Monte Subasio, costituitosi nel 1995, è una delle maggiori realtà dell’Astronomia in Umbria e raggruppa curiosi, appassionati e professionisti del settore astronomico avvalendosi, oltretutto, della collaborazione dell’Università di Perugia e di altre realtà italiane.

 

 

A Porziano, per il suo bel cielo notturno ed anche grazie alla Confraternita del S.S. Sacramento che ci ospita, l’osservatorio privato del gruppo, uno dei più grandi osservatori astronomici in Umbria è continuato a crescere. Ed è costituito, ad oggi, da sette postazioni fisse che ospitano telescopi Schmidt-Cassegrain, Newton e Rifrattori, ognuno con un suo compito specifico. Accanto alle specole è ubicata la postazione di controllo dei telescopi, che funge anche da piccola foresteria. Il Gruppo Astrofili Monte Subasio è da sempre attivo nella divulgazione scientifica e nella didattica rivolta a scuole, gruppi di Scout, associazioni culturali e ricreative. Oltre alle attività di didattica ed al puro divertimento dei soci, che condividono le meraviglie del cielo stellato, merita menzione la ricerca scientifica: le attività possibili sono svariate, dalla semplice astronomia visuale alla fotografia astronomica ed alla ripresa digitale, dalla ricerca di Supernove allo studio delle Stelle Variabili o delle Novae Nane. Numerose sono le pubblicazioni scientifiche dell’Osservatorio, accettate dall’Unione Astronomica Internazionale, che vanno dal monitoraggio delle Novae Nane alla Fotometria di Stelle Variabili.