Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, Spoleto: rave party clandestino, è il secondo in meno di un mese

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Musica ad alto volume, un’insolita presenza di automobili in strade solitamente poco trafficate e la sgradevole sensazione di ospitare, a pochi metri da casa, un evento clandestino. Serata particolare, quella vissuta tra sabato e domenica dagli abitanti di San Severo a causa di un rave party clandestino organizzato proprio nella frazione montana di Spoleto. Oltre un centinaio i giovanissimi che hanno preso parte all’iniziativa organizzata, come di consueto in questi casi, nel giro di poche ore tramite il passaparola su whatsapp e sui social network. I residenti del posto, preoccupati per quanto stava accadendo a poca distanza dalle proprie abitazioni, hanno allertato i carabinieri e la polizia che, seguendo i suoni e il grande rumore, in poco tempo sono riusciti a scoprire dove si stava svolgendo la festa non autorizzata.

 

 

 


I camperisti e gli altri partecipanti, circa un centinaio in totale, si erano infatti accampati in un’area isolata situata a quasi 3 chilometri dall’ultimo centro abitato. Diversi i posti di blocco istituiti dai militari e dagli agenti lungo la strada al fine anche di verificare l’affluenza in entrata e in uscita. Secondo quanto si apprende, al momento non risultano esserci denunciati. La festa non autorizzata è andata avanti ben oltre l’alba di domenica, con qualche giovane che ha voluto prolungare il proprio soggiorno nella zona fino al pomeriggio.

 

 

 

 

Si tratta del secondo rave party organizzato nel territorio in nemmeno un mese: il primo aveva avuto luogo nelle montagne tra Vallo di Nera e Cerreto di Spoleto. Pure in questo caso erano stati un centinaio i giovani, giunti appositamente in Valnerina da Milano, Brescia, Padova, Roma e da diverse città umbre, che si erano riuniti senza autorizzazioni. I controlli effettuati nell’occasione dalle forze dell’ordine avevano permesso di fermare 40 veicoli e di rilevare lo stato di ebbrezza di alcuni conducenti. Un ragazzo, inoltre, era stato trovato in possesso di droga.