Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, il sovrappasso di via Settevalli è chiuso da 4 anni. Mancano i soldi

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

E’ costata mezzo milione di euro, ma appena costruita ha iniziato a perdere pezzi. Nel settembre del 2018 è stata chiusa. Da allora non è stata più riaperta. E’ la cronistoria della passerella di via Settevalli. Il sovrappasso pedonale all’altezza dell’incrocio di via del Macello resta un’incompiuta, nonostante da quattro anni si rincorrano gli annunci di riapertura da parte del Comune. Ne pagano le conseguenze i residenti. Centinaia di persone ogni giorno sono costrette ad attraversare la strada, su quattro corsie di marcia. Le auto sfrecciano. Un pericolo quotidiano, nonostante il semaforo. Eppure questa sembrava una priorità per l’amministrazione comunale.

 

 

 

 

A fine novembre 2018 c’è stato un primo sopralluogo della commissione urbanistica. Aveva presentato un ordine del giorno l’allora capogruppo Psi Carmine Camicia. In quell’occasione è emerso che la chiusura si è resa necessaria “perché sono venute meno le condizioni di sicurezza”. Struttura inagibile. E’ stato accertato il cedimento della pavimentazione: la parte esterna in plastica è saltata e la soletta in calcestruzzo sottostante si è sgretolata. Il Comune ha chiesto preventivo ad una ditta specializzata per risanare e impermeabilizzare il sovrappasso, per una spesa di circa 15mila euro. Non se ne è fatto niente. Nel 2019, a gennaio, altro sopralluogo della commissione urbanistica, sempre su sollecitazione di Camicia. I tecnici del Comune hanno confermato che si tratta di interventi non strutturali da 15 mila euro.

 

 

 

 

 

E’ stato anche votato un odg all’unanimità per la riapertura. Il geometra Carlo Calzoni del cantiere comunale ha riferito, non smentito, che l’allora dirigente di area, Vincenzo Piro, aveva fatto richiesta formale di inserimento a bilancio dei 15 mila euro necessari per questo intervento. La cosa non è andata a buon fine. “Al momento l’intervento non risulta finanziato”, spiega l’attuale assessore ai lavori pubblici, Otello Numerini. “Stiamo concludendo i lavori tra via XX Settembre e via Martiri dei lager, dopo affronteremo la questione”, promette Numerini. Intanto la passerella resta transennata.