Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, piazza Tacito: spariranno i parcheggi alla chiusura del cantiere della fontana

Maria Luce Schillaci
  • a
  • a
  • a

Via libera al progetto di riqualificazione di piazza Tacito, a Terni, in attesa della chiusura del cantiere della fontana, ormai prossimo. In una prima fase verranno infatti investiti 200 mila euro per cambiare la pavimentazione e valorizzare l’immagine della fontana.

 

La prima novità è che saranno completamente eliminati i parcheggi di superficie per esplicito volere della Soprintendenza. Obiettivo: valorizzare al massimo la centralità della fontana dello Zodiaco. In questi giorni dunque partiranno i lavori di sistemazione della pavimentazione, con “il recupero degli elementi lapidei e infine la nuova posa nel rispetto delle tecniche originarie con nuove pendenze e profilazione geometrica”, come si legge nel progetto.

In sintesi, verrà rifatto il suolo stradale con la conseguente eliminazione degli avvallamenti creatisi negli anni. In più è prevista la realizzazione di uno “spazio centrale di forma circolare su lato viale della Stazione al fine di organizzare il nuovo sistema dei flussi di traffico”, vale a dire, sarà realizzata una precisa segnaletica su strada con orientamento simile a una rotatoria, come, del resto, già esistente.

E’ questo il progetto da 200 mila euro approvato per la rimodulazione della circolazione stradale di piazza Tacito. In settimana è arrivato il via libera in linea tecnica del progetto definitivo ed esecutivo, a cura della direzione lavori pubblici di palazzo Spada.

“Tutto nasce dal fatto – viene specificato nella relazione – che la pavimentazione di piazza Tacito, costituita da cubetti di porfido presenta un quadro diffuso di dissesti maggiormente concentrati sulle direttrici viarie interessate da notevoli volumi di traffico”.

 

Scatta dunque l’iter per la riqualificazione. “La viabilità, rispetto ad ora, non cambia- spiega il Rup Federico Nannurelli – i lavori dureranno circa un mese senza alcun disagio per chi vi circola”.

La superficie complessiva oggetto dell’intervento è di 1.045 metri quadrati. Nulla quindi la notizia della possibile realizzazione di una rotatoria lato viale Stazione:

“Lo schema grafico del progetto – chiarisce Nannurelli - non rappresenta la reale sistemazione che si verrà ad attuare, ma semplicemente un ingombro planimetrico della segnaletica orizzontale con la quale verranno organizzati i flussi di traffico. La scarsa entità delle risorse – aggiunge - consentono unicamente di rimuovere le parti ammalorate della pavimentazione esistente per la bonifica della fondazione e il recupero delle quote originali che non saranno in alcun modo alterate. Non ci sarà alcuna ‘rivoluzione’ del traffico, ma si toglieranno solo gli spazi centrali di sosta nell’ottica della valorizzazione prospettica della fontana, così come auspicato dalla Soprintendenza”.

E’ comunque allo studio un progetto di riqualificazione della piazza. Sarà però necessario reperire maggiori risorse economiche.