Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto, lavori alla piscina comunale per far riprendere i corsi nel mese di settembre

Davide Pompei
  • a
  • a
  • a

Novità in vista per gli impianti sportivi di Orvieto, in provincia di Terni. Rispetto alla piscina comunale, in particolare, l'amministrazione comunale guidata dal sindaco, Roberta Tardani, ha predisposto che, questo mese di agosto 2021, si facciano i lavori così da riprendere regolarmente tutti i corsi dal successivo mese di settembre. Tra questi c'è anche la sistemazione del sollevatore per i ragazzi disabili che devono fruire della piscina e delle fisioterapie idonee alla loro situazione.

 

Sollecitazioni, in questo senso, sono arrivate in consiglio comunale, ancora una volta, dal consigliere Pd Federico Giovannini, fattosi portavoce delle richieste che vengono avanzate dalle famiglie, costrette a mandare i propri ragazzi nei centri limitrofi se non a rinunciare.

“Si tratta di una soluzione temporanea – ha rassicurato l'assessore allo Sport, Carlo Moscatelli – dal momento che, già dal prossimo anno, dovremo programmare i lavori di adeguamento della piscina ed eliminare tutte le anomalie che presenta, essendo un impianto ormai datato da quarant'anni”.

Quasi dieci quelli da cui si trascina il problema del sollevatore, inserito dall'amministrazione nelle more del bilancio. I lavori svolti in passato nella piscina sono andati oltre le aspettative di politica e utenti. L'impegno da parte del Comune di Orvieto a sostituire il macchinario non è, comunque, mai venuto meno. Già da prima della pandemia, infatti, erano stati chiesti i preventivi per la sostituzione mentre a gennaio 2020 gli ausiliari dell'impianto natatorio in località La Svolta aiutavano, non senza complessità, ad entrare in acqua i bambini. Qualcosa, intanto, si muove anche rispetto al campo da calcetto della frazione di Canale che attende di vedere ultimati i lavori.

 

Nel corso della settimana appena conclusa sono stati finalmente affidati i lavori alla ditta che presto inizierà a lavorare. “Abbiamo già rimosso la recinzione – ha riferito l'assessore Moscatelli – e saranno rimossi due alberi che creano problemi. Penso che nell’arco di un mese sia possibile disporre del campo”. A sollevare la questione è stato il capogruppo consiliare del Gruppo misto, Stefano Olimpieri.

“La promessa fatta dall’amministrazione comunale – ha osservato nell'ultima seduta del consiglio comunale, tornato a riunirsi in presenza dopo mese di riunioni a distanza – è stata sostanzialmente mantenuta, ma si attende la fine dei lavori per consentire ai ragazzi della frazione e del territorio di poter andare a giocare nel campetto, prima della ripresa delle scuole”.