Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, incendio minaccia le case tra Cesi e Carsulae. Diciotto persone isolate dalle fiamme

  • a
  • a
  • a

Un vasto incendio boschivo è divampato all'improvviso durante il pomeriggio di venerdì 30 luglio, a Terni, sotto la montagna di Cesi, più precisamente nella zona compresa fra l’abitato di Cesi e Carsulae. E le fiamme hanno minacciate le case. Nessun ferito anche se i carabinieri forestali sono dovuti intervenire per fare evacuare 18 persone che si trovavano, nel pomeriggio, a Sant'Erasmo, vicino al poligono del tiro a segno e che erano rimaste isolate per colpa del fuoco che stava salendo verso l’alto. Le 18 persone sono state fatte passare da Torre Maggiore con dei fuoristrada perchè le fiamme hanno interessato la strada principale.

Le operazioni di spegnimento sono andate avanti fino a tarda notte. Sul luogo del rogo sono intervenuti i vigili del fuoco con tre squadre e il Dos (Direttore delle operazioni di spegnimento) per valutare l'intervento dei mezzi aerei: un elicottero antincendio regionale e un Canadair. Il rogo, iniziato nei pressi dell’ex ristorante La Caprareccia, è stato monitorato fino all'alba quando sono ricominciate le operazioni. Il timore era che il vento potesse alimentare i focolai non spenti. Una situazione delicata per il rischio che le fiamme potessero arrivare a ridosso del centro abitato.

A tenere sotto controllo la situazione i vigili del fuoco, ma anche le altre forze dell'ordine. La situazione è rimasta critica, ma sotto controllo. Anche il sindaco di Terni, Leonardo Latini, si è recato sul luogo dell'incendio per seguire da vicino le operazioni dei vigili del fuoco e della protezione civile. Sul posto anche la polizia di Stato e la polizia locale ternana. Nel corso delle prime ore della mattinata di sabato 31 luglio continueranno le operazioni di spegnimento nel caso in cui fossero rimasti accesi piccoli focolai e poi i vigili del fuoco dovranno procedere alla bonifica. Poi saranno da valutare le cause che hanno fatto divampare le fiamme nella zona di Cesi.