Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, studente usava corrieri express per inviare droga in tutta Italia: arrestato con 6 kg tra marijuana e hashish

  • a
  • a
  • a

Una sorta di rudimentale "Amazon" della droga, che da Perugia si irradiava in tutta Italia usando ignari corrieri express per fare le spedizioni. Ieri sera gli agenti della Squadra Mobile hanno  arrestato in centro storico, a Perugia, uno studente di 27 anni in flagranza di reato. Nel suo appartamento, il giovane nascondeva un importante quantitativo di marijuana e hashish, che consegnava sotto forma di normali pacchi ai corrieri di turno. Il giovane è stato sorpreso ieri pomeriggio mentre ne spediva ben 20. Le indagini sono partite dopo che un soggetto - poi arrestato - aveva ricevuto droga proprio attraverso questo escamotage. Il pacco aveva l'indicazione di un falso nominativo perugino. Seguendo il percorso dei corrieri express, così, gli agenti di Polizia hanno potuto risalire allo studente, che settimanalmente inviava marijuana e hashish in tutta Italia a tantissime persone. 

 

 

 

Dalla perquisizione è emerso che all'interno dei pacchi in spedizione si trovava circa un chilo e mezzo di marijuana, mentre in un ripostiglio dell'appartamento ne sono stati trovati altri tre, oltre a un altro chilo di hashish. L'interno della stanza del giovane studente era stato allestito come un vero e proprio laboratorio: oggetti per il confezionamento, macchina sottovuoto, nastro isolante, carta da imballaggio pluriball, pellet di schiuma e bustine di zucchero monodose necessarie a riempire le confezioni.

 

 

Il 27enne è stato dunque arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio. Sono in corso approfondimenti investigativi sugli altri studenti presenti nell’abitazione, apparentemente estranei ai fatti, e sui destinatari dei plichi in spedizione anche con le collaterali Squadre Mobili. L’uomo, dopo le formalità di rito, su disposizione del P.M. di turno presso la Procura perugina, è stato infine associato al carcere di Capanne.