Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, calci e pugni contro la madre in casa e in strada: arrestato 23enne a Poscargano

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Ha aggredito la madre, rompendole il naso e causandole la contusione dell'anca, prima in casa e poi in strada. Alla fine l'uomo, un 23enne, nato a Monterotondo (Roma) e di origini nordafricane - M.M. le sue iniziali - è stato arrestato dagli agenti della squadra volante di Terni. Il fatto è accaduto nella notte fra mercoledì e giovedì 29 luglio nella zona di Poscargano, nei pressi di Collescipoli.

 

L'aggressione è partita all'interno dell'abitazione, dove il giovane, in stato di ubriachezza, ha lanciato contro la donna alcuni oggetti mentre si trovava in camera da letto. La mamma è poi fuggita in strada insieme all'altra figlia e il 23enne l'ha inseguita e quindi colpita con pugni al volto e calci su tutto il corpo, anche mentre la poveretta si trovava a terra inerme. All'origine del litigio ci sarebbe il fatto che i familiari del giovane non vedono di buon occhio la sua relazione con una ragazza. A quel punto le due donne sono riuscite a chiedere aiuto ad un vicino e quindi a rintanarsi nella sua abitazione per evitare conseguenze ancora peggiori. Lì hanno chiamato il 113 e gli agenti dell'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura ternana sono intervenuti sul posto. Il giovane aggressore era ancora in zona, visibilmente agitato, tanto che si è avvicinato alla pattuglia con modi minacciosi, spintonando gli stessi agenti. A quel punto è stato immobilizzato e condotto negli uffici di via Antiochia.

 

Dopo gli accertamenti di rito, il 23enne - che nei giorni scorsi aveva patteggiato una pena di 2 anni, 8 mesi e 26 giorni di reclusione nell'ambito del processo per l'operazione antidroga Caronte - è stato arrestato in flagrante per lesioni pluriaggravate e per resistenza a pubblico ufficiale e quindi condotto in carcere. A seguito dell'udienza di convalida di fronte al Tribunale di Terni, che si è tenuta ieri da remoto, il giudice - come richiesto dalla Procura - ha convalidato l'arresto del giovane, difeso dall'avvocato Daniela Paccoi di Perugia, e disposto nei suoi confronti le misure dell'allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento alle persone offese. La madre aggredita, che dopo le botte ricevute aveva il volto insanguinato con un'evidente ecchimosi ad un occhio estesa fino allo zigomo, è stata trasportata dal 118 al pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria, dove i sanitari le hanno riscontrato la frattura delle ossa nasali e la contusione dell'anca per una prognosi complessiva di almeno 30 giorni.