Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, sventa il furto a colpi di fucile: carabiniere in pensione spara in aria

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Ha sparato in aria, per due volte, alla vista del malvivente che scappava a piedi per poi salire sull’auto del “palo”. Il ladro era entrato nel cortile della sua abitazione e stava per varcare la soglia dell’appartamento del vicino, al piano terra. Così Saverio, 90 anni, ex militare dell’Arma, con il proprio fucile calibro 12 regolarmente denunciato - assicura il proprietario - ha puntato in alto e ha fatto fuoco. “Non è la prima volta che vengono i ladri e tentano furti, in questa zona. Nella stessa notte hanno tentato un colpo a 100 metri da qui in linea d’aria”, ha detto l’ex carabiniere. Che oggi alle 10 dovrà presentarsi dai carabinieri di Castel del Piano per riferire dell’accaduto.

 

 

Siamo in via Sassaiola 21, nell’abitato di Case nuove. Sono le 21,30 di venerdì sera. Saverio e la moglie, stanno cenando nel seminterrato, dove fa meno caldo. Lei nota un’ombra sul pianerottolo. “Mi sono accorto che qualcosa non a andava quando non si è accesa la luce”, spiega Saverio, “perché c’è la fotocellula e si accende quando c’è qualcuno davanti. Invece restava spenta. Sono andato a vedere e l’ho trovata smontata. Poi ho sentito il rumore di una serranda forzata sul balcone al primo piano del mio vicino. Sono sceso in garage e ho preso il fucile. Ho visto un giovane alto, di carnagione chiara, fuggire in strada e raggiungere un’auto parcheggiata poco lontano. Da lì la fuga a tutta velocità. In quei frangenti ho sparato in aria, per metterlo in fuga. C’era mia moglie con me e quando ti trovi un malvivente in casa non si sa mai come può reagire”, spiega ancora l’ex militare. La notizia è stata riportata da Pietro Cuccaro per Umbriaon e Umbria tv.

 

 

Saverio è un punto di riferimento per i vicini e gli abitanti della zona. “Sono originario di Torre Annunziata”, ha raccontato a caldo, “dopo il corso a Roma ho preso servizio a Perugia, qui alla Legione, e sono rimasto fino al 1985, quando sono andato in pensione; mi trovavo bene e ho deciso di rimanere a vivere qui in Umbria, comprando questa casetta in questo quartiere”. Che nelle ultime settimane è preso di mira dai topi d’appartamento.  Quindici giorni fa a dieci metri di distanza un’anziana vedova è stata chiusa in cucina dal ladri che hanno fatto razzia di quanto trovato nell’appartamento.  Ma secondo i vicini i furti o tentativi di furto a Case nuove avvengono con frequenza giornaliera. “Ci sono segnalazioni tutte le sere”, spiega una donna. A più riprese sono stati avvistati due soggetti, uno in auto e l’altro che scavalca cancelli e recinzioni. Alcuni pensano possa trattarsi degli stessi malviventi sorpresi da Saverio venerdì sera.