Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, grifo e leone in cerca di una nuova collocazione

Sabrina Busiri Vici
  • a
  • a
  • a

Nel nuovo allestimento della Galleria nazionale dell’Umbria (Gnu), nel previsto ampliamento del bookshop e nel riordino pensato per l’atrio dei Priori è stata ipotizzata anche una nuova collocazione per i due simboli della città: il Grifo e il Leone. Il direttore della Galleria, Marco Pierini giovedì 22 luglio a margine della presentazione dei lavori alla Gnu, ha parlato di analisi effettuate sui due manufatti che hanno dato esiti confortanti sul mantenimento ma suggeriscono la necessità di pensare a un nuovo posizionamento che ne tuteli meglio la conservazione.

 

“Pur continuando - ha sottolineato il sindaco di Perugia, Andrea Romizi - a permetterne la fruizione diretta da parte della comunità perugina”. Si esclude quindi per le due sculture la collocazione nel percorso all’interno della Galleria nazionale “sono opere così identitarie che non possiamo costringere le persone a pagare il biglietto”, ha aggiunto Pierini. La nuova collocazione sarà quindi oggetto di confronto fra Comune e Soprintendenza. Se n’è parlato a margine della conferenza stampa per la presentazione del progetto del nuovo allestimento della Galleria nazionale dell’Umbria. Sei mesi di lavoro prima della riapertura in primavera, budget di 5 milioni. Un progetto all’avanguardia che va da nuovi criteri di impostazione del percorso, da nuove modalità di conservazioni, criteri più green, potenziamento dei servizi e degli spazi.