Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sant'Antarcangelo di Magione, apre la Locanda dei pescatori del Trasimeno

Gabriele Burini
  • a
  • a
  • a

Dopo 93 anni di storia e tre di lavori, la Cooperativa dei pescatori del Trasimeno inaugura la Locanda dei pescatori, il primo ristorante nazionale pensato, realizzato e gestito direttamente da una cooperativa della pesca interna. Il taglio del nastro ci sarà sabato 24 luglio alle 11 al molo di Sant’Arcangelo di Magione.

 

 

“Questo è un progetto che si poggia sui valori mutualistici che contraddistinguono da quasi un secolo la nostra cooperativa di pescatori – dichiara il presidente, Aurelio Cocchini – e siamo orgogliosi di poterlo inaugurare insieme al presidente nazionale di Confcooperative, Maurizio Gardini, e tanti altri cooperatori e autorità regionali e nazionali”. “Sui valori aggregativi della cooperazione la nostra cooperativa è stata fondata nel 1928 – dichiara l’amministratore delegato, Valter Sembolini – Oggi siamo fieri di poter dire che quello della Locanda dei pescatori non costituirà solamente un progetto condiviso con i nostri soci pescatori, ma con tutto il mondo della cooperazione: Fondosviluppo, le Cooperative agroalimentari del Trasimeno, i cui prodotti esalteranno le ricette a base di pesce di lago pescato dai nostri soci, la Bcc Centro oltre alla Regione dell’Umbria, il Feamp e il Psr 2014/2020”. Spiegano Cocchini e Sembolini: “La Locanda dei pescatori rappresenta un unicum nazionale e per il Trasimeno, dove operano ristoranti che riforniamo con orgoglio. Solamente noi però possiamo affermare che le ricette saranno cucinate con pesce di cattura del Trasimeno, sfilettato, cucinato e servito unicamente dalla nostra cooperativa, andando a chiudere in maniera sostenibile la filiera ittica del Trasimeno”. E come spiegato dal presidente di Confcooperative Umbria, Carlo Di Somma, “quando la cooperazione fa squadra attorno a progetti condivisi è una risorsa straordinaria per l’economia dei territori, e in questo progetto la cooperazione sta dando il meglio di se”.

 

 

A inaugurare i locali della cooperativa – che includono anche il punto di vendita diretta e i locali di conferimento del pescato – oltre al presidente nazionale di Confcooperative, Gardini, ci saranno Di Somma; Massimo Lagetti per il Comune di Magione; il presidente dell’Unione dei Comuni, Giulio Cherubini; il vice presidente regionale, Roberto Morroni; il rettore dell’Università, Maurizio Oliviero; il presidente della commissione Agricoltura della Camera, Filippo Gallinella; il presidente della commissione Pesca nazionale di Fedagripesca, Paolo Tiozzo, e monsignor Marco Salvi. Gli ospiti dibatteranno sul tema La pesca sostenibile lancia la sfida della filiera chiusa nel lago Trasimeno: tradizioni, eccellenze agroalimentari, aggregazione e valori cooperativi. Molti parlamentari umbri, consiglieri regionali, sindaci, autorità e amici della cooperazione hanno confermato la presenza, mentre lo saranno in video il ministro all’Agricoltura, Stefano Patuanelli, e la governatrice, Donatella Tesei.