Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pnrr, ok del governo ai primi progetti presentati dall'Umbria: 74 milioni per periferie e Fcu

Esplora:

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Primo ok dal governo a 5 progetti dell’Umbria finanziabili con i fondi del Pnrr, Piano nazionale di ripresa e resilienza. Sono in arrivo 74 milioni di euro. 
Il Ministero dei trasporti ha ammesso in graduatoria la riqualificazione delle periferie dei Comuni dell’Altotevere (14 milioni, 59esima posizione) e il rifacimento da 15 milioni, in chiave green, con punti di interscambio e ricarica di bici elettriche, delle 15 stazioni della Ferrovia centrale umbra. Quest’ultimo è 24esimo. Fin qui i lavori presentati dalla Regione. Insieme a questi passano anche i piani di riqualificazione urbana dei Comuni di Perugia e Terni. Per il capoluogo, che fa la parte del leone con 30 milioni di euro, si tratta del restyling di Ponte San Giovanni. Doppio intervento: nei palazzoni vuoti dell’area ex Margaritelli-Palazzetti e la messa nuovo dell’area attorno alla chiesa e al cva. Sono rispettivamente 47esimo e al 64esimo in classifica. I progetti sono in collaborazione con Ater e Unipg. Per quanto riguarda il Comune di Terni sì alla riqualificazione dell’ex lanificio Gruber: 171 posto sui 271 ammessi. Soddisfatti i sindaci Andrea Romizi e Leonardo Latini, con i rispettivi assessori a urbanistica e ambiente, Margherita Scoccia e Benedetta Salvati. 
Pollice verso l’alto anche del deputato FdI Emanuele Prisco. Per Palazzo Donini intervengono la governatrice, Donatella Tesei e l’assessore al Patrimonio, Paola Agabiti.


“La graduatoria dei progetti finanziati dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti” dice Agabiti, “conferma la validità delle progettualità e delle proposte avanzate dalla Regione. Entrambi i progetti presentati da questa amministrazione sono infatti stati finanziati, grazie alla collaborazione con l’assessore Melasecche e Sviluppumbria. Questo ci ha consentito in tempi strettissimi di mettere in campo i due elaborati”. “Il successo ottenuto dalla Regione Umbria – dichiara la Presidente Donatella Tesei – è il migliore avvio possibile dei progetti relativi al Pnrr e conferma la qualità delle proposte presentate da questa amministrazione. Con orgoglio e soddisfazione rilevo inoltre che sono state premiate anche le due proposte progettuali presentate dal comune di Perugia e quella presentata dal comune di Terni”.

Ora inizia la vera sfida, visto che le opere dovranno essere completate e rendicontate entro il 2026, pena il venir meno dei finanziamenti. Intanto la senatrice FI Fiammetta Modena fa sapere che per il prossimo triennio per quanto riguarda gli interventi per ponti e viadotti in Umbria sono previsti 25 milioni di euro.