Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, finale Euro 2020: controlli, centro blindato

Sabrina Busiri Vici
  • a
  • a
  • a

Musica al massimo, bandiere tricolori e fumogeni azzurri. E poi quegli abbracci lunghi nelle piazze di Perugia e in un corso Vannucci gremito di giovani. Nulla vietato ma in previsione ci sarà una rimodulazione dei servizi e potenziamento dei controlli, per evitare che si creino situazioni a rischio e assembramenti incontrollati. In occasione della finale degli Europei in programma domenica 11 luglio a Londra tra l’Italia e l’Inghilterra, secondo quanto si apprende, dopo una prima riunione del comitato di controllo, verranno potenziati le forze dell’ordine nelle piazze e nelle zone della movida.

 

 

 

Al momento le misure non sono state ancora definite e oggi sarà il comitato per l’ordine e la sicurezza a stabilirle nel dettaglio. L’assessore comunale Luca Merli, intanto anticipa: “Escludo categoricamente l’idea di blindare il centro storico, al momento posso dire che sarà potenziato il servizio d’ordine in quanto la domenica sera di solito è ridotto rispetto al sabato”.
Intanto i locali si stanno attrezzando con le prenotazione e molti sono già al completo. “Abbiamo già tutto prenotato” è quanto risponde Andrea de Il Bacio di via Boncambi con i tavolini in corso Vannucci. “Siamo al completo sia per i 45 posti all’esterno sia per i 30 all’interno. Stessa cosa è avvenuta in occasione della semifinale”. E Andrea aggiunge: “Abbiamo clienti di ogni età, non solo giovani”.

 

 

 

Sulla stessa linea Umbrò, in via Sant’Ercolano. Il locale ha allestito il maxischermo in terrazza. “Abbiamo cento posti a disposizione - precisa Enzo - e stiamo prendendo le prenotazioni: siamo quasi al completo. E poi questo fine settimana c’è pure Umbria jazz”.
L’organizzazione di Uj non prevede, per ora, cambiamenti di orario sulla programmazione in vista della partita di domenica come, invece è avvenuto a Spoleto dove è stato anticipato il concerto finale. Il calendario alle 21 propone sul palco del main stage di santa Giuliana Enrico Rava e Fred Hersch.
E le arene cinema si trasformeranno in stadio. Mauro Gatti, gestore dello spazio ai giardini del Frontone, fa sapere che la programmazione di domenica sarà riservata alla messa in onda sul grande schermo della partita. “Avremo una capienza limitata a 360 posti e tutte le persone dovranno lasciare il proprio nominativo e contatto all’ingresso”.
Altrettanto succederà nello spazio dell’arena Notti Magiche al parco dell’Arringatore di Pila dove sono disponibili 150 posti senza prenotazioni.