Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Da Terni dieci comparse per un film in concorso al Festival del cinema di Cannes

  • a
  • a
  • a

“Benedetta” è il titolo del film del noto regista olandese Paul Verhoeven che venerdì 9 luglio verrà proiettato e sarà in concorso per la Palma d'oro al  prestigioso Festival del cinema di Cannes. Un film che parla anche umbro, oltre che toscano, perchè dal 23 luglio fino al 7 agosto del 2018 il set è stato Bevagna con dieci comparse ternane, tra cui Michele Rito Liposi, Elvira Celi, Andrea Botti, Carlo Menghini, Maurizio Moscatelli e Luca Ramiviti. Il film è ambientato nel XVII secolo e racconta la storia della suora italiana Benedetta Carlini, interpretata da Virginie Efira. Avrebbe dovuto partecipare al Festival di Cannes nel 2020, ma a causa dell'emergenza sanitaria è slittato a quest'anno. Ora la speranza è che la pellicola possa ottenere l'ambito riconoscimento della Palma d'oro. “Un'esperienza molto bella e che mi ha arricchito ancora di più professionalmente – spiega Michele Rito Liposi – vista la fama del regista Paul Verhoeven che è conosciuto per i grandi film come ad esempio Basic instinct ed Elle.

In quei giorni faceva molto caldo a Bevagna, ma l'entusiasmo che avevamo ci ha fatto superare tutto. L'organizzazione è stata perfetta”. Gli fa eco Andrea Botti che nel film come comparsa ha ricoperto due ruoli: quello di viandante e di nobile. “Ricordo molto bene quei giorni di caldo – dice – ma è stato tutto così bello che le fatiche sono passate in secondo piano. Ho partecipato a tanti film perchè è una passione che ho avuto fin da ragazzo. Ogni volta che si partecipa ad una nuova pellicola sembra come la prima volta”. 

Un film, “Benedetta”, che cattura e con un importante cast che ha fatto di Bevagna un grande set cinematografico. “E' stata un'esperienza davvero importante  e bella – conclude Elvira Celi – che ripeterei anche domani. Collaborare con il cast e il regista  Paul Verhoeven è stato fantastico. Ho partecipato a molti film come la Vita è bella e Pinocchio, ma ogni volta è diverso con nuove sensazioni ed emozioni straordinarie”.