Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Città di Castello, opera di Burri battuta a Londra a 2,8 milioni

  • a
  • a
  • a

La cultura riparte e lo fa con il botto. Sia a Città di Castello sia a Londra dove è protagonista il grande maestro tifernate Alberto Burri.
A Londra, infatti, alla casa d’asta Sotheby’s, un capolavoro di Alberto Burri, Plastica rossa datata 1961, è stato aggiudicato da un collezionista straniero per la cifra di 2,8 milioni. Somma rilevante ma non nuova in assoluto per i capolavori del maestro tifernate, come vedremo tra poco.

 

 

Dopo un lungo periodo di fermo del mercato, causa Covid, sono riprese alla grande le aste internazionali. Con Burri protagonista come già successo in precedenza. Basti ricordare la straordinaria doppietta del 2019.Nel maggio oltre due milioni di euro per lo splendido Rosso Plastica del 1963 firmato Alberto Burri. L’opera, di piccole dimensioni, 59 x 52 centimetri, era stata battuta all'ultima asta di Sotheby’s che si era svolta a Londra, per 2.315.000 euro. Rosso Plastica, proveniente dalla collezione romana di Vittorio Rubio, partiva da una base d’asta di poco più di un milione e mezzo di euro. In quell’occasione all’asta 39 opere tra classici ed emergenti anche in questo caso ben amalgamati e opere di grande impatto artistico per tanti autori come Burri, Dubuffet, Manzoni e Banksy con una originale e monumentale olio su tela. Un mese dopo ancora grandi risultati per il maestro Alberto Burri nelle aste londinesi. Un altro importante risultato è stato infatti realizzato a giugno, alla casa d’asta Christie’s di Londra.

 

 

Oltre 5 milioni (5.140.000 di euro per la precisione) è la cifra battuta per il bellissimo Sacco e oro, 100×86 centimetri di grandezza, datato 1953. Insomma tra la prestigiosa casa londinese e il maestro tifernate c’è un feeling straordinario. E siamo pronti a scommettere che anche nei prossimi mesi le novità non mancheranno. Del resto la ripartenza è già qualcosa più di un annuncio.