Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Città di Castello, ubriachi al volante: denunce e patenti ritirate

  • a
  • a
  • a

Continuano i controlli su strada dei carabinieri della Compagnia di Città di Castello, come sempre volti alla prevenzione e repressione dei reati in genere, ma anche al rispetto delle prescrizioni conseguenti all’epidemia da Covid su tutto l'Altotevere. Oltre a vari interventi effettuati nel centro storico di Città di Castello per alcuni assembramenti segnalati ma rapidamente risolti, l’attenzione dei carabinieri è stata rivolta in particolare all’abuso delle sostanze alcoliche alla guida ed all’uso di stupefacenti.

 

 

Oltre al capoluogo operazioni sono state portate a termine a Trestina e Umbertide. Nel dettaglio i carabinieri della stazione di Trestina, hanno deferito alla Procura della Repubblica una 24enne del posto per guida in stato di ebbrezza. La donna infatti, nella frazione di Cornetto, ha perso il controllo della sua autovettura andando a sbattere contro un’autovettura che procedeva in senso inverso. Soccorsa dai militari  i e sottoposta ad accertamenti, è risultata avere un tasso alcolemico superiore quattro volte il limite consentito. Oltre alla denuncia, ritiro immediato della patente di guida.

 

 

Invece i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, hanno deferito alla Procura della Repubblica, un 27enne del posto per il rifiuto di sottoporsi ad accertamento etilometrico. L’uomo infatti, controllato alla guida dell’autovettura ed invitato agli accertamenti, ha prima accettato , risultando positivo con un tasso alcolemico di oltre 3 volte il massimo consentito alla prima prova, rifiutando poi la successiva prova di conferma. L’uomo, cui è stata anche ritirata la patente, è stato quindi denunciato per il rifiuto dell’accertamento. Sempre i carabinineri i dell’Aliquota Radiomobile, hanno inoltre denunciato un 36enne di origine albanese, trovato in possesso di sostanza stupefacente. Il ragazzo, controllato nel centro di Umbertide a piedi, a seguito di un accertamento approfondito, è stato trovato in possesso di tre involucri termosaldati contenenti cocaina. A suo carico quindi, oltre al sequestro dello stupefacente. I carabinieri della stazione di Umbertide, invece sono intervenuti per un litigio in famiglia tra madre e figlio, hanno segnalato alla Prefettura quale assuntore di stupefacenti, un 25enne trovato in possesso di alcune piante di marijuana nella sua camera. Sempre i carabinieri di Umbertide, hanno inoltre dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Perugia, a carico di un 50enne pluripregiudicato di origini straniere, residente in quel comune.