Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Città di Castello, centri estivi diventano punto di riferimento nazionale

  • a
  • a
  • a

Il comune di Città di Castello esempio a livello nazionale per le buone pratiche di gestione dello sport ed impianti a vari livelli: filo diretto on line con il Coni nazionale ed il suo presidente Giovanni Malagò nell’ambito di una piattaforma virtuale con tutte le regioni. Il buon momento dello sport umbro e tifernate salutato anche da Roma con il recente lasciapassare per le Olimpiadi del discobolo Giovanni Faloci.

 

 

Si è alzato infatti il sipario sulla nuova stagione degli Educamp Coni. “Dal gioco ai giochi, centri sportivi multidisciplinari”, su questo tema si è sviluppato il collegamento fra più regioni, coordinato dal Coni nazionale e dal suo presidente che ha speso parole di elogio per l’esperienza pilota di Città di Castello che dal 2018 ad oggi si è sviluppata negli anni sempre in sinergia con il Coni regionale tanto da divenire un vero e proprio punto di riferimento per la gestione delle pratiche sportive e servizi a portata di famiglia. Con 750 prenotazioni finora raccolte per i turni programmati dal 21 giugno al 20 agosto e le prime sei settimane fino alla fine di luglio già completamente esaurite, i centri estivi sportivi 2021 con il marchio di qualità Educamp del Coni, promossi dal Comune di Città di Castello con Polisport e la Cooperativa La Rondine e il supporto di Sogepu, confermano di essere i preferiti dai tifernati.

 

 

“Sono i numeri a dirci quanto la qualità dell’offerta valorizzata dal riconoscimento del marchio Educamp del Coni, la professionalità e la capacità organizzativa che mettono sul piatto Polisport e La Rondine, con il contributo di Sogepu, ma anche l’alto livello dell’impiantistica sportiva della cittadella del Centro Belvedere siano apprezzati dalle famiglie tifernati, nel contesto di una programmazione delle attività che promuove a 360 gradi lo sport nella massima sicurezza”, ha dichiarato l’assessore allo Sport Massimo Massetti.