Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Todi, Linea Verde gira una puntata in città: le bellezze in tv

Aldo Spaccatini
  • a
  • a
  • a

Nuova ribalta televisiva per Todi. Malgrado anche la cittadina dell'Umbria sia alle prese con problematiche economiche ed occupazionali, sta vivendo un momento di grande notorietà. La città di Jacopone insomma si dimostra ancora una volta molto attrattiva per quel che riguarda produzioni televisive e cinematografiche di rilievo.

 

 

 

Per la seconda volta in poco più di un anno, la trasmissione Linea Verde – Radici della Rai girerà infatti una puntata a Todi, concentrandosi sulla cura del verde, la bellezza del paesaggio e le principali colture del territorio. Fino a domenica 4 luglio verranno effettuate anche riprese con un drone, che valorizzeranno le bellezze artistiche e architettoniche. La trasmissione andrà in onda nelle prossime settimane sul principale canale pubblico, Rai 1.

 

 

“Questa attenzione delle televisioni per Todi è motivo di grande orgoglio per l’amministrazione comunale”, commenta l’assessore al Turismo, Claudio Ranchicchio. Si tratta dell’ennesima produzione dopo il film girato nel centro storico con protagonisti di assoluto livello come Monica Bellucci. Ma ci saranno anche altre importanti trasmissioni televisive e tutta una serie di produzioni legate alla cultura, all’ambiente, alla qualità del paesaggio e del territorio in zona. Basti pensare che solo negli ultimi tre mesi Todi ha accolto la trasmissione Sempre verde di Rete 4 con oltre 45 minuti dedicati a bellezze come le Cisterne romane, il parco di Beverly Pepper, San Fortunato e piazza del Popolo. Poi è arrivata Licia Colò con la sua trasmissione Eden, per La7, la cui puntata dedicata alla città andrà in onda alla fine di settembre. E nei giorni scorsi, il 24 giugno, non è mancata la presenza di Alberto Angela, con la trasmissione La penisola dei tesori che andrà in onda in prima serata su Rai 1 nel prossimo autunno. Tanta pubblicità per la città di Jacopone che non potrà non dare frutti significativi, almeno nelle aspettative dell’amministrazione comunale.